/ Attualità

Attualità | 22 maggio 2023, 07:10

Auguri alla Croce Verde di Asti per i suoi 114 anni! Fu fondata da operai della Vetreria

Ieri l'associazione ha festeggiato il compleanno, inaugurando due nuove ambulanze e scoprendo tre targhe ricordo

Auguri alla Croce Verde di Asti per i suoi 114 anni! Fu fondata da operai della Vetreria

Un compleanno importante e che significa tanto per chi ha compiuto gli anni e per tutto il territorio.

La Croce Verde di Asti ieri ha festeggiato il suo 114 compleanno (caduto il 1 maggio), inaugurando due nuove ambulanze e premiando volontari e dipendenti per i 25 e 50 anni di servizio.

Sono state inoltre scoperte tre targhe a ricordo di tre persone fondamentali per l'associazione:  Ferrante Marengo, Giovanni Perosino e Renzo Gianoglio.

Un po' di storia

La storia della Croce Verde di Asti inizia il 1° maggio 1909, anno in cui l’Associazione venne fondata da un gruppo di operai della Vetreria, desiderosi di prestare un nuovo servizio ai colleghi in difficoltà, soccorrendo coloro che necessitavano d’aiuto e di assistenza sanitaria.

I sempre più crescenti infortuni e le malattie dovute al contatto con sostanze pericolose, richiesero infatti interventi all’interno dell’azienda con mezzi di soccorso del tutto improvvisati. Da quell’esperienza, grazie all’intervento del colonnello medico Ettore Piccinini, di origini napoletane ma “trapiantato” ad Asti durante la sua attività militare, nacque la Croce Verde con l’idea di estendere il servizio assistenziale a tutta la cittadinanza astigiana.

Piero Bertolati, Angelo Cerrato, Flavio Garzena, Bruno Goitre, Pietro Gabutti, Francesco Lenero, Antonio Meneghini, Pietro Pellegrino e Vittorio Ratel furono i nove dipendenti della Vetreria che diedero vita all’associazione, insieme all’infermiere Guglielmo Cerrato e ai fratelli astigiani Giovanni e Giuseppe Gianotti.

QUI tutti i dettagli.

Betty Martinelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium