/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 23 maggio 2023, 17:30

Gli ambulanti del mercato di Asti sempre più sul piede di guerra. Oggi un'assemblea per lo spostamento [VIDEO]

Nardozzi (Goia): "Spiegheremo ai commercianti del Magico Paese di Natale che ogni casetta toglie un posto di lavoro". Annunciate manifestazioni a ogni evento del Comune

L'assemblea di oggi (Merfephoto)

L'assemblea di oggi (Merfephoto)

Il mercato di Asti resta uno dei noti di discussione in città, ormai da mesi. Prima la disposizione contestata da una parte degli ambulanti, poi la possibilità (che ormai è realtà) dello spostamento dei mercati di piazza Alfieri e Libertà in piazza del Palio, ha esacerbato gli animi di una buona parte degli ambulanti che ha messo in piedi diverse manifestazioni di protesta.

A lottare, in particolare, gli ambulanti del G.O.I.A (gruppo organizzato indipendente ambulanti) con il presidente nazionale Giancarlo Nardozzi.

Nonostante la contrarietà degli ambulanti, però, il mercato si sposterà, molto probabilmente prima del Palio.

Posti, graduatoria, contrarietà generale, al centro dell'incontro. "Non molliamo"- chiede Nardozzi che propone uno sciopero 

L'area del nuovo mercato si estenderebbe per tutta la parte centrale di Campo del Palio, per un totale, previsto del Comune, di 221 stalli. 

La parte ortofrutta, come si evince dalla piantina, andrebbe ad occupare la zona verso corso Galileo Ferraris e piazza Leonardo Da Vinci, mentre verso la parte alberata della piazza ci sarà la zona per i banchi di piantine  e ferramenta. 

Ai lati, due zone libere per il parcheggio, mentre le corsie interne saranno sufficientemente ampie per permettere il passaggio dei mezzi di soccorso.

Nelle intenzioni dell'assessore al Commercio, Mario Bovino, andrebbe così a crearsi una sorta di "centro commerciale naturale". Il nuovo mercato non avrebbe più le limitazioni di orario rispetto a quello di piazza Alfieri, modifica che molto ha fatto discutere negli ultimi mesi e che ha scatenato le proteste degli ambulanti.

Inoltre è notizia certa che il Magico Paese di Natale occuperà piazza Alfieri, cosa che ha creato non pochi malumori.

Oggi i commercianti si sono riuniti in un'assemblea partecipata per decidere il futuro, annunciando nuove manifestazioni di protesta.

"Questa cartina è carta straccia, annuncia Giancarlo Nardozzi, non permettiamo l'arrivo del Magico  Di Natale, anzi facciamo loro sapere che ogni casetta toglierà un posto di lavoro".

Annunciate manifestazioni davanti alla Regione.

"Questa piantina - spiega Andrea Percia - è nulla. Non retrocediamo su nulla".

"Non siamo in dittatura - rimarca Nardozzi - non dimentichiamo le 4000 firme raccolte".

Gli ambulanti sono preoccupati per il futuro, non sapendo come sarà la programmazione del loro lavoro.

"Abbiamo le spese aumentate. Almeno il 22 per cento", lamentano.

"100 ambulanti di piazza Alfieri e 25 di piazza Libertà non si muoveranno dal loro posto", rimarcano gli ambulanti che hanno aderito alla protesta di fronte alla Regione, presumibilmente per metà giugno.

"Protesteremo a ogni manifestazione organizzata dal Comune. Difenderemo fino all'ultimo il nostro lavoro", sottolinea Romano Rago.

La commissione ha fatto un accesso agli atti per verificare le presenze degli spuntisti sulle tre piazze "Gli spuntisti piazzano sia sopra che sotto, nonostante in piazza Alfieri ci sia la riduzione di orario, spiegano ancora gli ambulanti. Alcuni che ora sono in piazza del Palio vogliono tornare sopra".

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium