/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 19 giugno 2023, 07:20

A Montiglio 'Dalle corti ai cortili del Monferrato': arte, musica e teatro nei cortili

Curata da Marco Di Cianni, è in programma da giovedì 22 a domenica 25 giugno

A Montiglio 'Dalle corti ai cortili del Monferrato': arte, musica e teatro nei cortili

Da giovedì 22 a domenica 25 giugno, nel centro storico di Montiglio Monferrato, “Dalle corti ai cortili del Monferrato – cantar al solstizio d’estate”.

La direzione artistica è di Marco Di Cianni e il festival gode del patrocinio del Comune con l’obiettivo di recuperare luoghi antichi e affascinanti come corti e cortili del concentrico, ridonandoli alla gente facendo riecheggiare gli antichi fasti di “Castello in Musica” e rendendo il pubblico il protagonista assoluto della rassegna.

Le performance degli artisti verranno ‘giudicate’ dal pubblico presente che esprimerà l’apprezzamento mediante un’offerta monetaria in busta anonima. Gli ospiti potranno sedersi comodamente su sedie e panchine e ognuno potrà portare con sé un cuscino ed assistere all’evento come fosse nel salotto di casa propria.

Le serate saranno aperte da appuntamenti con “Montiglio Storytelling” a cura dell’associazione culturale “Il Trabucco” – con un brindisi offerto da un produttore vitivinicolo locale.

 

Questo il programma

Giovedì 22 giugno, presso Casa Ciravegna (piazza Umberto I, borgo del Castello di Montiglio) verrà proposto “Il testamento dell’ortolano”, interpretato da Massimo Barbero da un racconto di Antonio Catalano.

La sera successiva, a Casa Belly (piazza Umberto I, borgo del Castello di Montiglio), “Intorno all’amore”, viaggio musical teatrale attorno al più nobile dei sentimenti con il “Trio Griot Folà” (Marzia Grasso, voce; Dario Inserra, voce recitante e lo stesso Marco Di Cianni al pianoforte).

La sera del 24 giugno, in piazza San Rocco“Top of the Pops e Rock” con il Coro P. Voices. Infine, il 25 giugno a Casa Ferrando (piazza Umberto I, borgo del Castello di Montiglio), “Radici”, viaggio musicale che ripercorre la storia della Black Music partendo dal Gospel con Gegè Picollo alla chitarra e Laura Tartuferi alla voce.

Rispetto a ‘Castelli in Musica’, che per alcune edizioni ho diretto, il nostro è un piccolo festival, ma continuazione ideale dello spirito che caratterizzava quella manifestazione, ha affermato Marco Di Cianni, la prima edizione, sviluppata su tre appuntamenti, ha visto la presenza di circa 300 spettatori, un ottimo riscontro per questa tipologia di evento che fa entrare l’arte nei giardini e cortili di case private, senza biglietteria ma ad offerta, portando cultura in un antico borgo”.

A differenza della alla prima edizione – ha ancora aggiunto Di Cianni, anche presidente dell’associazione “Movinmus”, quest’anno abbiamo inserito anche uno spettacolo teatrale, che si affianca agli appuntamenti musicali, nella convinzione che ben si integri nel progetto”.

 

Tutte le serate inizieranno alle 21 con la convocazione del pubblico per la sistemazione (prenotazione caldamente consigliata chiamando i numeri 347/0194940 o 335/6915703 oppure inviando mail a marcodicianni1@gmail.com o associazionetrabucco@gmail.com)

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium