/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 22 settembre 2023, 07:23

L'export astigiano, nei primi sei mesi del 2023, ammonta a 2 miliardi con un trend in crescita

Dai dati della Camera di Commercio Alessandria Asti, rispetto al 2021, c'è una crescita di 250 milioni

L'export astigiano, nei primi sei mesi del 2023, ammonta a 2 miliardi con un trend in crescita

Il territorio allargato che rappresento lavora bene ed esporta bene”, afferma Gian Paolo Coscia, presidente della Camera di Commercio di Alessandria-Asti.

“Francia e Stati Uniti sono destinazioni importanti sia per Alessandria che per Asti, a conferma della vocazione europea e oltreoceano del nostro export, che porta in questi paesi gioielleria, vino, macchine industriali, parti per autoveicoli”.

Nei primi sei mesi del 2023 l’export astigiano ammonta a 2 miliardi di euro, con un trend in crescita nel triennio 2021/2023, come si vede nel grafico qui sotto:

C’è una crescita dell’export rispetto al 2021 di 250 milioni di euro (245.648.078), per un valore percentuale di +14,3%; rispetto al 2022 il dato è +4,8%. Il saldo della bilancia commerciale (export meno import) è positivo: +1.209.961.385 euro.

I principali prodotti esportati

Ai primi tre posti ci sono le parti e accessori per autoveicoli, con una quota export del 24% sul totale export manifatturiero, le macchine di impiego generale, con una quota del 15% e le bevande, con una quota del 13%. La tabella qui sotto indica le variazioni export in percentuale e in valore:

Con riferimento alle destinazioni, le parti e accessori per autoveicoli finiscono principalmente in Brasile, per 143 milioni di euro, in sostanziale stabilità nel triennio 2021-2023. Le macchine di impiego generale anch’esse in Brasile, per 109 milioni di euro, in crescita nel triennio: 71 milioni nel 2021, 80 nel 2022.

Le bevande, terzo gruppo di prodotti come esportazione, finiscono principalmente negli USA, con un trend in diminuzione nel triennio: 60 milioni di euro nel 2021, 59 nel 2022 e 45 nel 2023. I primi Paesi di destinazione Brasile, Stati Uniti e Francia sono i primi paesi di destinazione dell’export astigiano. Rispetto al 2022 tutte le variazioni sono positive, come si vede dalla tabella qui sotto:

Con riferimento alle merci, in Brasile vanno le esportazioni di parti e accessori per autoveicoli per 143 milioni di euro, in sostanziale stabilità nel triennio 2021-2023; negli USA le macchine di impiego generale, per 86 milioni di euro, valore uguale al 2022 e in aumento del 72% rispetto al 2021; in Francia le parti e accessori per autoveicoli, per 48 milioni di euro (2021: 24 milioni; 2022, 28 milioni.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium