/ Vacanze Astigiane

Vacanze Astigiane | 19 ottobre 2023, 18:00

Vacanze Astigiane in Art Crawl

Invito a immergersi tra i piaceri di un tour, da domani a domenica, tra mostre d’arte e degustazioni vinicole che vi coinvolga fino a raccontarne esperienza

Paolo Spinoglio, uno degli artisti in Art Crawl

Paolo Spinoglio, uno degli artisti in Art Crawl

 

Il pub crawl e il bar crawl sono insane, ma assai affascinanti pratiche ludiche, tipiche dei paesi anglosassoni, del girare a bere e incontrare. Nel proporre qualcosa di simile tra colline e borghi dell'Astigiano, ho preferito trasformarlo in Art Crawl: tour tra arte contemporanea e vino, che certo non ci manca. Mentre un pub crawl si sviluppa nell'arco di una serata, il nostro Art Crawl può cominciare domani e terminare domenica, meglio non aver fretta in certe cose. Sarebbe poi bello avvicinarsi ai numeri di presenti al più grande della storia, tenutosi a Londra con 2.278 persone a girare in ben 18 pub. E, visto che certi eventi valgono se documentati, ecco una hashtag da usare sui vostri post e condivisioni di foto per certificare interesse e partecipazione: #artcrawl. Invitandovi a condividere il condivisibile, è ovvio, anche taggando La voce di Asti e inviando le meglio foto a media@morenews.it per dare, vostro tramite, altro spazio all’evento e ringraziarvi d’aver partecipato.

Crawl come strisciare, comprensibile variazione di motricità superato un umano limite di pub toccati. Per noi, da vivere nell’accezione di avanzare lentamente tra la bellezza di sei bellissimi borghi dell’Astigiano, tra le visioni e l’estetica di sette grandi interpreti della migliore arte contemporanea e tra cinque grandiosi luoghi del vino. 

Per meri motivi di timing, si comincia domani ad Agliano Terme. Si comincia al BAart,  l’ex Confraternita dei Battuti, affascinante luogo di cultura dove normalmente l’arte incontra la Barbera d’Asti. Nell’occasione, il mondo colorato e fiabesco di Carlotta Castelnovi incontra una sontuosa masterclass sul Nizza docg. 

Per sabato e domenica a voi la scelta di percorso, con mostre ed enoteche aperte, al massimo, meglio avvisare un attimo prima il paio di cantine proposte. Qui in elenco per ordine alfabetico. 

Il palazzo municipale di Calosso ospita una interessante collettiva, Art for freedom, messa in scena in occasione di Rapulè, ma ancora aperta, con una sezione dedicata a opere e disegni di Paolo Spinoglio. Artista e scultore torinese trapiantato nell’Astigiano e qui mancato nel 2002 a soli 45 anni. Calosso è indubbiamente terra di grande viticoltura che trova unicità nel Gamba di Pernice, antico uvaggio da trovare e provare nella sua forma migliore all’Azienda Vitivinicola di Piero Bussi

Nel salone Riccadonna di Canelli vi aspetta invece una signora retrospettiva dedicata a Francesco Tabusso, uno dei protagonisti della scena artistica piemontese. Esposizione ricca di sue opere grafiche, incisioni, inchiostri e acquerelli. Esperienza enoica all’Enoteca Regionale di Canelli e dell’Astesana

Anche a Costigliole d’Asti si rende omaggio a un maestro piemontese del Novecento: Enrico Paulucci, con una mostra piacevolissima a CasaPrunotto. E al castello, giusto fino a domenica, da non perdere la ricca collettiva Dialoghi trasversali di Arte contemporanea. Ricca di bei nomi e opere che per semplicità di conteggio ho dato con valore uno, anche se sono tanti. Per degustare le favolose Barbera del posto, posto tra i più vocati da secoli per il nostro vitigno principe, avrei suggerito lo show room di Noi di Costigliole d’Asti, associazione produttori Barbera, in centro paese. Solo che, ahimè, non l’ho mai trovato aperto. Magari siete più fortunati. 

Le opere e in particolare le sculture di Spinoglio sono anche al centro di una mostra allestita all'interno della Vinicola Arno di Mombercelli, nella doppia funzione di spazio espositivo di tour e di luogo d’incontro con alti piaceri da bicchiere. Sempre lì, al MUsArMo, Museo Civico d'Arte Moderna e Contemporanea, fino a domenica, c’è da visitare la mostra di un ottimo xilografo e incisore astigiano, Caro Caratti, ben ambientata negli affascinanti spazi di un ex carcere mandamentale diventato gioiello museale. 

E ancora, Nizza Monferrato che rende omaggio, con la mostra Armonia di forme, a un importante artista cuneese, lo scultore Sergio Unia. Sculture e disegni esposti a palazzo Crova, sede, guarda caso, anche dell’Enoteca Regionale di Nizza, dove perdersi nel meglio delle colline dell’Astigiano che circondano e abbracciano nel passare da un posto all’altro tra le mete d’Art Crawl.

Davide Palazzetti


Quando vieni ad Asti non perderti:
- La Torre Comentina e la boutique di eccellenze enogastronomiche Tomedo: https://www.tomedo.it
- Tenuta Il Capitolo, antica dimora di fine 800, azienda agricola e location per eventi : https://www.tenutailcapitolo.it
- Complesso di San Pietro, a due passi dalla sede di Mangiaben con il suo e-commerce: https://www.mangiaben.com

Vuoi essere inserito nella lista dei luoghi astigiani da non perdere? Scrivi a info@lavocediasti.it

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium