/ Attualità

Attualità | 13 novembre 2023, 15:02

Rasero porta all'attenzione di Roma il grido di allarme e la preoccupazione dell'agricoltura astigiana

Il presidente della Provincia scrive al ministro Lollobrigida per chiedere la sospensione del pagamento delle rate dei mutui. Il settore accusa una riduzione del 30% sul 2022

Il ministro Lollobrigida

Il ministro Lollobrigida

L'agricoltura nella provincia di Asti, in Piemonte, sta affrontando una crisi senza precedenti a causa di un'estate caratterizzata da periodi di forte siccità alternati a violenti eventi temporaleschi. Questa combinazione di fattori ha causato danni significativi alle colture, con una stima di produzione che registra una riduzione del 25-30% rispetto all'anno precedente.

In risposta a questa situazione, il Presidente della Provincia di Asti, Maurizio Rasero, ha scritto una lettera al Ministro dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, Francesco Lollobrigida, chiedendo con urgenza la sospensione del pagamento delle rate dei mutui per le aziende agricole.

La maggior parte delle aziende agricole nella provincia di Asti sono a conduzione familiare e si concentrano principalmente sul settore vitivinicolo. Queste aziende, già indebitate, stanno affrontando condizioni molto serie e preoccupanti a causa della riduzione della produzione.

Rasero ha sottolineato che non esistono piani di risarcimento previsti né dalle assicurazioni né da interventi bancari o altro per queste situazioni. Ha inoltre evidenziato l'importanza del territorio di Asti, che è stato dichiarato patrimonio dell'UNESCO per l'unicità e la tipicità dei propri vitigni.

Rasero ha commentato l'iniziativa dicendo: "Le difficoltà del settore agricolo sono evidenti e necessitano di risposte celeri e concrete. Ci aspettiamo che il Governo accolga la richiesta di sospensione del pagamento delle rate dei mutui già avanzata dalla filiera, dalla Regione Piemonte e dalle associazioni di comparto e che la Provincia di Asti sostiene compatta".

Ha inoltre sottolineato che i cambiamenti climatici stanno "tropicalizzando" anche l’Astigiano e per questo è necessario incentivare, con il contributo di tutti, politiche virtuose a sostegno dell’ambiente. La Provincia di Asti è al lavoro, già da tempo, su progettualità finalizzate a una transizione ecologica sostenibile.

La richiesta di sospensione del pagamento delle rate dei mutui è un provvedimento che può essere adottato in caso di eventi straordinari che danneggiano pesantemente le attività agricole in determinati territori e settori. Questa moratoria permetterebbe di rinviare il pagamento delle rate fino al terzo anno successivo a quello in cui si è manifestata la calamità.

La crisi che sta affrontando il settore agricolo astigiano è un esempio concreto di come i cambiamenti climatici possano avere un impatto diretto e devastante sull'economia locale. Questa situazione richiede una risposta rapida e concreta da parte del governo per sostenere le aziende agricole e promuovere politiche di sostenibilità ambientale.

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium