/ Scuola

Scuola | 23 novembre 2023, 17:30

La voce... Delle scuole: iniziative del Castigliano per la Giornata contro la violenza. Lo scientifico migliore scuola secondo Eduscopio

Il Giobert scuola pilota del progetto #generazionePari. Primo incontro Violenza e femminicidio” - Come contrastare la violenza di genere. Lezioni al Gauss con l'infettivologo Garavelli

Le iniziative del Castigliano per la Giornata contro la violenza sulle donne

Le iniziative del Castigliano per la Giornata contro la violenza sulle donne

Le iniziative del Castigliano per la Giornata contro la violenza sulle donne

Gli studenti e i docenti del corso per servizi per la sanità e l’assistenza sociale dell’IIS Castigliano di Asti hanno celebrato in modo particolare la giornata contro la violenza sulle donne, che si è svolta il 21 novembre. Dopo aver osservato il minuto di silenzio alle ore 11, hanno partecipato a diverse attività di sensibilizzazione sull’argomento, tra cui dibattiti, video, discussioni e la realizzazione di cartelloni che inneggiano alla parità di genere e alla denuncia dei crimini perpetrati contro le donne e le vittime di femminicidio.

Nel pomeriggio, tutte le classi si sono trasferite presso il cinema Lumière, dove le studentesse del triennio hanno declamato la poesia dell’attivista e poetessa peruviana Cristina Torres Caceres, diventata simbolo e grido di protesta e di dolore dopo il delitto efferato di Giulia Cecchettin. Alla lettura dei brani è seguita la proiezione del film di Paola Cortellesi “C’è ancora domani”, che ha suscitato particolare attenzione e commozione tra gli studenti. La giornata si è conclusa con un acceso dibattito sulle tematiche affrontate dal film di successo.

Molti studenti e docenti del Castigliano hanno rinviato l’appuntamento al giorno successivo, ieri, mercoledì 22 novembre, per partecipare alla fiaccolata in memoria della giovane uccisa dal suo ex fidanzato. Un gesto di solidarietà e di impegno per dire basta alla violenza sulle donne.

Il Vercelli, secondo Eduscopio, prepara i suoi studenti meglio di tutti gli istituti astigiani

 

Si riconferma a livello di estrema eccellenza il Liceo Scientifico di Asti che primeggia nelle classifiche provinciali della mappa interattiva Eduscopio. Sotto l’egida della Fondazione Agnelli, il progetto si propone di valutare gli esiti successivi della formazione secondaria, analizzando sistematicamente quasi 8000 istituti superiori italiani e monitorando i progressi universitari e lavorativi post-diploma di un milione e trecentomila studenti, per trarne delle indicazioni di qualità sull’offerta formativa delle scuole di provenienza.

In base agli esiti universitari (esami e media) e lavorativi (tasso di occupazione e coerenza fra percorso di studio e professione) a un anno dal diploma, il Vercelli primeggia, per la nostra provincia, nei suoi due indirizzi di riferimento, il Liceo Scientifico tradizionale (davanti al Pellati di Nizza e al Foscolo, riconquistando la prima posizione, dopo il secondo posto dell’anno passato) e, come detto, quello di Scienze Applicate, davanti al Pellati di Nizza e, a seguire, Monti e Foscolo.

Per questa edizione (che segna anche i primi dieci anni di attività dell’osservatorio) sono stati presi in considerazione tre successivi anni scolastici: 2017/2018, 2018/2019, 2019/2020: i risultati, a livello nazionale, segnano però un diffuso, seppur lieve peggioramento e si spiegano, in parte, con la chiusura delle scuole a causa Covid. Così appare sensato registrare da una parte i voti mediamente più alti alla maturità (con le formule più snelle, durante la pandemia) e la grande corsa alle immatricolazioni e, dall’altra, la crescita percentuale degli studenti che non hanno dato nemmeno un esame nel corso del primo anno accademico. 

Il Giobert scuola pilota del progetto #GenerazionePari

L’Istituto di Istruzione Superiore “G.A. Giobert” è stato la Scuola “pilota” ad Asti del progetto #generazionePari realizzato dal Gruppo di lavoro “Progetto Scuola” spontaneamente formato tra alcuni Comitati Pari Opportunità degli Ordini Forensi italiani, di cui il CPO di Asti ha parte.

Un “format” realizzato con l’intento di spiegare agli studenti e studentesse degli Istituti italiani la tematica delle Pari Opportunità. La tematica del primo incontro sui banchi di scuola è stata individuata nella “Violenza e femminicidio” - Come contrastare la violenza di genere

I recenti fatti di cronaca hanno purtroppo evidenziato come l’argomento sia quanto mai attuale, così come diventa inderogabile affrontarlo in una delle sedi più efficaci, quale l’ambito scolastico. In contemporanea con Asti, in molte città italiane, il Progetto è stato attuato in Istituti secondari, in concomitanza con la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

L’incontro di lunedì 21 novembre al Giobert, alla presenza della Dirigente Dottoressa Patrizia Ferrero, ha visto l’attenta partecipazione delle classi 3 A, 4 A, 5 A e 5 C, accompagnati dalle Docenti Professoresse Barbara Fieschi, Patrizia Drago, Angela Catanzaro e Loredana Tuzii, quest’ultima anche nella veste istituzionale di Consigliera di Parità della Provincia di Asti.

Articolati sono stati gli interventi dell’Avv. Barbara Odarda, Presidente del CPO, sul ruolo sociale dell’Avvocatura, e dell’Avv. Davide Arri, Vice Presidente, sulla violenza di genere. Il Comitato ha intervallato la discussione con la proiezione di alcuni filmati, che hanno coinvolto emotivamente insegnanti e studenti.

In ricordo di Giulia Cecchettin è stato osservato un momento di raccoglimento alle ore 11.

L’incontro ha avuto un coinvolgente epilogo con la lettura di alcuni brani del libro “Ferite a morte” di Serena Dandini: il racconto “Situazione sentimentale”, con la toccante recitazione dell’Avv. Cristina Preti, componente CPO, e il brano “Dark Violet” con l’interpretazione a due voci, maschile e femminile, degli studenti Matteo Dalle Vedove e Carlotta Angelotti della 5 A.

Alle ragazze e ai ragazzi intervenuti è stato consegnato un “foglio personale”, anonimo, sul quale scrivere i loro pensieri personali e riflessioni, un modo per dar voce alle nuove generazioni, le #generazioniPari appunto.

Il Progetto nel dettaglio è ora visibile al link https://prezi.com/view/q81nOb8bRNFumCObtRde/ e potrà essere sviluppato in successivi incontri.

L'infettivologo Garavelli al Gauss

Gli studenti dell'Istituto Professionale Paritario CF GAUSS di Asti avranno l'opportunità unica di assistere a un ciclo di tre lezioni tenute dal rinomato infettivologo, Prof. Pietro Luigi Garavelli.

Queste sessioni educative, mirano a fornire una profonda comprensione degli aspetti cruciali dell'infettivologia e della biosicurezza. La prima lezione del 24 novembre  intitolata "Un Viaggio nell'Infettivologia", introdurrà gli studenti ai concetti di base dell'infettivologia. Il Prof. Garavelli esplorerà la storia e l'evoluzione delle malattie infettive, mettendo in luce come queste conoscenze siano fondamentali per la prevenzione e il trattamento delle infezioni.

La seconda sessione, del 15 dicembre, si concentrerà sulla “Le Malattie Infettive ... ieri, oggi e domani ... ( lezione integrata di medicina, storia, arte e letteratura )”, dove il Prof. Garavelli discuterà le pratiche essenziali per garantire un ambiente sicuro e igienico. Infine, la terza lezione, del 22 dicembre, tratterà di "Le Infezioni Sessualmente Trasmesse".

"Queste lezioni rappresentano un'opportunità inestimabile per gli studenti di CF GAUSS, permettendo loro di acquisire conoscenze specialistiche direttamente da uno dei maggiori esperti nel campo. L'istituto si impegna a fornire una formazione di alto livello, preparando i propri studenti alle sfide professionali future con una solida base teorica e pratica".

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium