/ Sport

Sport | 16 maggio 2024, 10:25

Genova capitale della Scherma dal 24 al 26 maggio con i Tricolori Cadetti e Giovani

Da venerdì 24 a domenica 26 maggio 12 titoli nazionali in palio. In pedana anche la squadra femminile di fioretto campione del mondo Under 20, le gare al Jean Nouvel

Genova capitale della Scherma dal 24 al 26 maggio con i Tricolori Cadetti e Giovani

Genova sarà cuore pulsante della scherma italiana. Da venerdì 24 a domenica 26 maggio il padiglione Jean Nouvel ospiterà la fase finale dei Campionati Italiani Cadetti e Giovani. È uno dei più importanti appuntamenti del calendario della Federazione Italiana Scherma nel 2024, inserito all’interno del palinsesto di “Genova 2024 Capitale Europea dello Sport”, e sarà anche un banco di prova importante in vista degli Europei Assoluti programmati nel giugno 2025.

Genova è, dal dicembre 2021, city partner della Federazione Italiana Scherma. Un riconoscimento a una città di grande tradizione schermistica, con le sue quattro storiche società (Cesare Pompilio, Circolo Spada Liguria, Genovascherma, Voltri Club Scherma), e in generale a una regione, caratterizzata dalla grande coesione, dalla qualità dei risultati e degli eventi organizzati e dalla passione di atleti, tecnici e dirigenti. La successiva nascita del Comitato Promotore, presieduto da Alessandro Garrone, porta, nel giugno 2022, a concorrere per l’organizzazione degli Europei, con l’assegnazione dell’edizione 2025, e, nell’ottobre dello stesso anno, alla costituzione del Comitato Organizzatore, diretto dall’imprenditore  Giuseppe Costa e coordinato da Giovanni Falcini, presidente Federscherma Liguria.  

In attesa della rassegna continentale, primo appuntamento del calendario internazionale in direzione delle Olimpiadi di Los Angeles 2028, Genova ospiterà i Tricolori Cadetti e Giovani.  Partecipano i migliori 650 giovani atleti, divisi nelle tre discipline di fioretto, spada e sciabola, sia maschili che femminili. Atleti di età compresa tra i 14 e i 20 anni si misurano nell’atto conclusivo della propria categoria dopo intense gare di qualificazione.

Saranno in palio 12 titoli nazionali, di cui 6 riservati alla categoria Cadetti (Under 17) e altrettanti alla categoria Giovani (Under 20), con le sfide programmate sulle 26 pedane allestite dal Comitato Organizzatore. Tra loro, anche i prossimi rappresentanti della Nazionale giovanile nelle   competizioni internazionali. 

Tra i talenti in pedana, da segnalare le fiorettiste campionesse del mondo Under 20 a squadre Irene Bertini, Greta Collini, Matilde Molinari e Vittoria Pinna, i fiorettisti (argento mondiale) Mattia De Cristofaro, Federico Greganti, Gregorio Isolani e Marco Panazzolo. Nella spada arriveranno a Genova i componenti del team oro iridato Nicolò Del Contrasto, Matteo Galassi, Fabio Mastromarino e Jacopo Rizzi, e le spadiste d’argento Anita Corradino (genovese doc), Allegra Cristofoletto, Eleonora Orso e Vittoria Siletti. Nella sciabola tra le protagoniste annunciare le protagoniste della squadra argento al Mondiale Alessandra Nicolai, Maria Clementina Polli, Manuela Spica e Mariella Viale, e al maschile Edoardo Cantini, Francesco Pagano, Edoardo Reale e Marco Stigliano (bronzo come team a Riyadh).

Tra gli Under 17 “stelle annunciate” la sciabolatrice vicecampionessa mondiale Francesca Romana Lentini, la campionessa europea Vittoria Mocci, gli spadisti Michele Queiroli (campione europeo) e Federico Varone (bronzo mondiale), nel fioretto maschile Mattia Conticini (argento europeo) e nel fioretto femminile Mariavittoria Berretta (argento europeo). 

«Nell’anno in cui Genova è Capitale Europea dello Sport, i Tricolori di Scherma rappresentano una grande opportunità di valorizzazione per la nostra città sotto diversi aspetti. Da quello agonistico, con lo sguardo proiettato già verso gli Europei dell’anno prossimo, a quello turistico con tantissime famiglie ed appassionati che potranno entrare in contatto con i nostri luoghi iconici, i nostri palazzi e, più in generale con tutte le bellezze e le eccellenze del nostro territorio – sono parole dell’assessore comunale allo Sport e agli Impianti sportivi -  La Scherma genovese e ligure, in questi anni, ha dato grande prova di coesione e di comune concentrazione all’indirizzo di obiettivi ambizioni sul fronte organizzativo. Oltre all’impegno dei dirigenti, mi piace rimarcare il valore espresso da maestri ed atleti della nostra città, alcuni dei quali entrati stabilmente nella formazione Nazionale. A loro in particolare faccio un grande in bocca a lupo per questi Campionati che vivranno da padroni di casa».

«La scherma è sempre più di casa in Liguria. Un anno fa c’erano stati gli Assoluti, ora i campionati italiani Cadetti e Giovani e il prossimo anno gli Europei Assoluti. Significa che la collaborazione sta funzionando nel migliore dei modi grazie all’impegno di tutti e alla vitalità della Federscherma nazionale e regionale – spiega l’assessore regionale allo Sport - Vivremo un grande evento sul piano agonistico con in gara ragazzi promettenti che ultimamente hanno raccolto molti risultati nelle competizioni internazionali giovanili. Inoltre i campionati italiani Cadetti e Giovani porteranno a Genova ed in Liguria non solo tanti atleti, ma anche tecnici, dirigenti e accompagnatori. Sarà un modo per promuovere ancora una volta il nostro territorio. Infine i campionati italiani Cadetti e Giovani saranno un ottimo volano per promuovere nei confronti dei più giovani uno sport così affascinante come la scherma».

«I Campionati Italiani Cadetti e Giovani 2024 inaugurano un anno speciale per Genova e per la scherma, che porterà agli Europei Assoluti del 2025 – afferma Paolo Azzi, presidente della Federazione Italiana Scherma - Un percorso partito da lontano, con la City Partnership tra Genova e la FIS che ha sancito un legame indissolubile declinato tra la straordinaria tradizione schermistica di questo territorio. Vedremo in pedana i migliori Under 17 e Under 20 d’Italia, tra i quali tutti i protagonisti della straordinaria stagione giovanile della scherma azzurra, capace di vincere 18 medaglie agli Europei di Napoli e altre 13 al Mondiale di Riyadh. Nessun altro Paese è riuscito a conseguire questi risultati a livello internazionale».

«I Tricolori 2024, così come gli Europei 2025, saranno una vetrina importante per la Scherma a Genova, nell’anno in cui è Capitale Europea dello Sport, e in Liguria, quando nel 2025 sarà Regione Europea dello Sport – spiega Giuseppe Costa, presidente del Comitato Organizzatore Locale – Confidiamo possano avvicinare sempre più giovani a questa affascinante disciplina, la più medagliata di sempre per la nostra Italia alle Olimpiadi, ma allo stesso tempo saranno un volano per conoscere le eccellenze paesaggistiche e culturali della nostra città alle centinaia di famiglie che raggiungeranno il Padiglione Jean Nouvel per seguire le competizioni. A nome mio e del COL, un ringraziamento a tutte le istituzioni, ai circoli schermistici, ai partner e alle scuole per questo splendido gioco di squadra».

«L’impegno di tutte le componenti del Comitato Organizzatori, di dirigenti, tecnici e atleti dei nostri circoli è stato, ancora una volta, al servizio di un grande obiettivo comune - sorride Giovanni Falcini, presidente Federscherma Liguria e coordinatore del COL – I Tricolori, sotto ogni punto di vista, saranno un banco di prova verso gli Europei dell’anno prossimo: li vivremo da un lato con la massima attenzione per ogni singolo aspetto organizzativo, per garantire la miglior ospitalità a chi raggiungerà Genova da ogni parte d’Italia, senza dimenticare di fare il tifo per i nostri atleti in pedana con la speranza che il Jean Nouvel sia teatro della realizzazione delle loro aspettative«.

Il programma prevede venerdì le competizioni Cadetti di fioretto maschile (finali ore 15.10), spada maschile (finali ore 15.30),  fioretto femminile (finali ore 19.05) e spada femminile (finale ore 19.25). Sabato in gara i Giovani, con il fioretto maschile (finali ore 15.10) e il fioretto femminile (finali ore 19.20), insieme ai Cadetti, con la sciabola maschile (finali ore 15.30) e femminile (finali ore 15.50). Domenica si chiude con le ultime quattro gare Giovani: sciabola maschile (finali ore 13.30), spada maschile (finali ore 15.25), sciabola femminile (finali ore 16.50) e spada femminile (finali ore 18.45).

Alle 11.30 di sabato 25 maggio, si svolgerà il convegno “La Scherma sulla pedana dell’etica”, workshop promosso dal Comitato Etico della Federscherma. Relatori saranno il presidente federale Paolo Azzi Scherma (“L’impegno della FIS nella diffusione dei Valori”), il presidente del Comitato Etico Enrico Demarchi (“Il ruolo di un organismo che tutela l’Etica nello sport”) e l’avvocato Stella Frascà (“L’importanza del Codice Etico dal punto di vista giuridico”).

Forte il legame con il mondo della scuola. Gli studenti dell’Istituto Firpo Buonarroti e del Liceo King affiancheranno il Comitato Organizzatore accogliendo le delegazioni al Jean Nouvel, fornendo informazioni logistiche e turistiche (per le famiglie dei partecipanti) e vivendo l’evento a bordo delle pedane delle competizioni. Il processo di selezione della mascotte degli Europei avviene attraverso un concorso con protagonisti gli studenti del Liceo Artistico Statale Barabino-Klee, con sette creatività votate sui social dal pubblico e le tre finaliste (Lanterna, Polpo, Acciuga) valutate dalla giuria di qualità.  

«La scelta dell'organizzazione di attivare un concorso per la realizzazione della mascotte degli Europei di Scherma 2025 – aperto ad alcune classi del Liceo Artistico Statale Klee Barabino - ha dato buoni risultati e la selezione di tre bozzetti finalisti  non è stata semplice – afferma Diego Santamaria, presidente della giuria di qualità -  Sono dell'idea che iniziative di questo genere, che mettono in dialogo diretto il mondo della scuola con occasioni reali di confronto, di dialogo e di lavoro con chi organizza eventi e con lo splendido mondo dello sport, andrebbero incentivate. Un'opportunità per gli studenti di fare esperienza e diventare protagonisti».

Lo Stato Maggiore della Difesa, con Marina Militare e Carabinieri, insieme ad AMT, Iveco e Toyota, sono al fianco del Comitato Organizzatore per i trasporti delle delegazioni dagli hotel al padiglione Jean Nouvel.

I Campionati Italiani Cadetti e Giovani, sotto l’egida della FIS, sono sostenuti da Regione Liguria e Comune di Genova, inseriti nel palinsesto “Genova 2024 Capitale Europea dello Sport”, patrocinati da Coni e Sport e Salute. Partner dei Tricolori e degli Europei 2025 sono Costa Edutainment, ERG, Saar Depositi Portuali, Toyota, Gruppo Spinelli, Iveco, Silomar, Riberti, Columbus Informatica e Convention Bureau Genova.

Genova 2024 Capitale Europea dello Sport ha il patrocinio di Ministero per lo Sport e i Giovani, Ministero del Turismo, Enit, Sport e Salute, Coni, Cip, Ussi. Sostengono Genova 2024 il Main Sponsor Iren, i Gold Sponsor Frecciarossa (treno ufficiale), Casa della Salute, i Silver Sponsor Givona, Ranieri, Tonissi, Rina e i Bronze Sponsor Banca Passadore, Ignazio Messina & C, Sirce, Ance, Archlux, Gecar Spa concessionario Kia. Il Partner è Porto Antico di Genova SpA, l'Environmental and Sustainable Partner è Esosport mentre Acqua di Calizzano è Acqua ufficiale. Sono Friends of Genova 2024 Genovarent, NTO srl, Banca di Alba, Chesterton 1953, Villa Costruzioni, SGM Mercato, Edil 2, Amer Steel, Italmatch Chemicals, SMS group, Grondona.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium