/ Politica

Politica | 21 maggio 2024, 10:37

Gianna Pentenero in visita ad Asti parla della sanità: "Il sistema dei Cup va rivisto"

Sopralluogo della candidata della coalizione di centrosinistra al vecchio ospedale di Corso Alla Vittoria

Alcune immagini della visita (Merphefoto)

Alcune immagini della visita (Merphefoto)

Visita questa mattina, della candidata presidente alle regionali della coalizione di centrosinistra Gianna Pentenero ad Asti. La Pentenero si è concentrata con un focus sulla sanità astigiana, presentando il suo programma per una sanità pubblica e di qualità, contro la privatizzazione selvaggia e le liste d’attesa infinite. 

La mattinata è iniziata con un presidio di fronte all’ospedale Cardinal Massaia per incontrare operatori sanitari, sindacati e cittadini. Alle 9, insieme ai candidati della sua coalizione,  Maria Ferlisi e  Fabio Isnardi (Partito Democratico) e Costante Marengo (lista Stati Uniti d'Europa per il Piemonte- Pentenero Presidente), si  è recata all’ingresso di corso alla Vittoria del vecchio ospedale per denunciare le condizioni fatiscenti della struttura e la totale mancanza di progettazione e di idee su come trasformare quell’edificio e sottrarlo all’abbandono. 

"Nonostante le roboanti promesse della giunta Cirio e della sua giunta, il vecchio ospedale rimane ostaggio del degrado e in condizioni fatiscenti - ha spiegato la Pentenero davanti ai giornalisti - bisogna ripensare a tutto il sistema sanitario regionale. Oggi le cose non funzionano: è impensabile che una per una prenotazione al Cup servano anni con esami a chilometri di distanza".

L'esponente del Pd è tornata anche su uno degli altri punti caldi della campagna elettorale, quella dei trasporti: "Anche questo sistema è completamente da rivedere ci sono zone della provincia che non sono collegate: per questo abbiamo proposto che fino a 25 anni i servizi ferroviari siano gratuiti, per favorire la mobilità e il diritto allo studio degli studenti"  

La videointervista 

 

Alessandro Franco


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium