/ Politica

Politica | 16 giugno 2024, 19:00

A Canelli Lega e Fratelli d’Italia alla resa di Conti

A distanza di una settimana dal voto, non si placano le schermaglie politiche e personali tra Paolo Gandolfo e la candidata di "Prima Canelli"

L'ex candidato Paolo Gandolfo e la neosindaca Roberta Giovine

L'ex candidato Paolo Gandolfo e la neosindaca Roberta Giovine

Sono passati pochi giorni dall’elezione della neosindaco Roberta Giovine, ma gli animi della politica locale non sembrano quietarsi.

La sconfitta del centro destra, sancita come auto-inflitta, continua a suscitare polemiche, forte del fatto che, analizzando i voti assoluti, la maggioranza dei canellesi continua a essere orientata verso destra, a conferma di una tendenza consolidata del territorio.

A questo proposito, su Facebook è arrivato un duro attacco personale, oltre che politico, dalla lista guidata da Paolo Gandolfo per Lega-FdI verso Annalisa Conti – candidata più vicina a Forza Italia – che denuncia, come consuetudine, la presunta orchestrazione da parte dell’assessore regionale Marco Gabusi delle questioni comunali.

Attraverso i social “Per la tua Canelli” ha criticato apertamente la ex candidata sconfitta, rea di aver escluso da una possibile coalizione il gruppo di Fratelli d’Italia:

“Una spaccatura che l'elettorato di destra non ha gradito ma soprattutto non ha voluto capire, nonostante avessimo più volte spiegato come fossero andate le cose”, viene riportato nel post.

Per la lista che unisce Lega e Fratelli d’Italia, la Conti avrebbe creato un clima di attacchi e polemiche senza illustrare un programma vero e proprio, spingendosi a paragonarla a Stalin, con tutti gli stereotipi annessi sul comunismo: Un mostro vero si è aggirato in questa campagna, e i cittadini hanno rischiato che si mangiasse i bambini, le scuole, il turismo, il decoro urbano, i progetti, lo sviluppo e la qualità della vita dei canellesi: Annalisa Conti

La lista di Gandolfo continua sostenendo che la Conti avrebbe accusato la cittadinanza di non ha averla votata e di essersi piuttosto lasciata abbindolare da discorsi sentiti “al mercato, a messa o al bar”. Accuse che, secondo il gruppo di FdI, sono infondate e lontane dalla realtà: “Al di là delle accuse pesantemente distaccate dalla realtà, siamo certi di aver lasciato Canelli in buone mani, con persone preparate e sinceramente votate al servizio dei cittadini

In attesa dell’assegnazione delle cariche e del consolidamento della nuova Amministrazione, a Canelli l’opposizione sembra già logora ancora prima di iniziare.

In questa situazione in bilico, l’unica certezza è la spaccatura della destra, ormai incapace da mesi di trovare un compromesso per lavorare fianco a fianco.

Francesco Rosso


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium