/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 20 novembre 2019, 19:31

Si sono chiusi con una serata dedicata a Luigi Viola gli appuntamenti con la memoria della Cgil di Asti

Il 15 novembre scorso l'ultima serata in ricordo del Segretario della Cgil di Asti dal 1967 al 1978

Si sono chiusi con una serata dedicata a Luigi Viola gli appuntamenti con la memoria della Cgil di Asti

Si sono conclusi il 15 novembre scorso con una serata dedicata a Luigi Viola, Segretario della Cgil di Asti dal 1967 al 1978, gli “aperitivi per ricordare” organizzati dalla CGIL di Asti negli spazi del FuoriLuogo di via Enrico Toti, ad Asti.

Anche quest’ultimo appuntamento, dopo quelli che hanno avuto come protagonisti Secondo Amerio e Olga Marchisio, ha visto una buona partecipazione di pubblico.

Dopo una breve introduzione di Luca Quagliotti, Segretario Generale della Camera del Lavoro astigiana, è stato Mario Renosio, Direttore dell’Israt, a curare la parte storica della serata, tracciando il quadro politico del periodo di Segreteria di Viola, caratterizzato da diverse lotte tra cui il cosiddetto “Autunno Caldo”, che si è concluso quando in Italia si è avuta una svolta politica molto importante con le elezioni amministrative del 1975 che hanno significato, anche per Asti, un cambio alla guida della Città.

A Giovanni Gatti, Piera Bruno Mirate e Aurora Sabatini è spettato il compito di ricordare la figura di Luigi Viola come sindacalista e come uomo. Diversi sono stati gli aneddoti raccontati.

Come nelle precedenti serate i racconti e i ricordi sono stati intervallati dalle musiche di Enzo La Montagna che ha cantato canzoni politiche di quel periodo.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium