/ Attualità

Attualità | 25 febbraio 2020, 15:40

Il premier Conte: “Una ‘fake news’ la chiusura delle scuole in tutta Italia”

Il provvedimento continuerà a riguardare gli studenti di Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Trentino-Alto Adige e Friuli Venezia Giulia

Il premier Conte in un immagine d'archivio

Il premier Conte in un immagine d'archivio

In tutte le zone d’Italia che non sono focolaio del virus “non si giustifica la chiusura delle attività scolastiche”.

Lo ha affermato il premier Giuseppe Conte smentendo il contenuto di un messaggio, rapidamente diffusosi tramite i social media, secondo cui il governo si appresterebbe a estendere la chiusura degli istituto scolastici di ogni ordine e grado a tutto il Paese.

“L’Italia – ha aggiunto il primo ministro – è divisa in tre zone: quelle focolaio, dove valgono le misure restrittive varate; un secondo livello che si estende alle aree circostanti che presentano episodi da contagio indiretto e un terzo livello che riguarda il resto del Paese. Nel quale sicuramente non ha ragione di esistere la sospensione si attività scolastiche”.

Pertanto, ad oggi, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado continuerà a riguardare – fino al primo marzo, con possibilità di estendere il periodo in caso di necessità – i circa tre milioni di studenti di Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Trentino-Alto Adige e Friuli Venezia Giulia.

Sul diffondersi della falsa notizia relativa l’estensione della chiusura delle scuole in tutta Italia è intervenuta anche la Polizia di Stato, smentendo la notizia definita come 'fake news' e invitando i cittadini a “non condividere eventuali messaggi di allarme ricevuti e segnalarli tramite il sito https://www.commissariatodips.it”

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium