/ Attualità

Attualità | 26 febbraio 2020, 23:55

È una signora portacomarese la prima astigiana ricoverata al Massaia per Coronavirus

Aveva partecipato ad un soggiorno marino nell’hotel di Alassio messo in quarantena: altri 4 infetti tra gli ospiti astigiani della struttura

L'accesso alle stanze "a pressione negativa" del reparto Malattie Infettive del Massaia e nella foto a fine articolo una delle stanze

L'accesso alle stanze "a pressione negativa" del reparto Malattie Infettive del Massaia e nella foto a fine articolo una delle stanze

Dopo alcuni casi sospetti, fortunatamente rilevatisi tutti negativi, si registra anche nell’astigiano il primo ricovero per conclamata infezione da coronavirus Covid-19.


Si tratta di una donna, residente a Portacomaro paese, attualmente ricoverata in una delle 16 camere “a pressione negativa” di cui dispone il reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Cardinal Massaia.

Gli annunci “social” dei sindaci di Asti e Portacomaro

Lo ha annunciato il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, attraverso un breve post pubblicato sui suoi profili social, nel quale specifica che la paziente faceva parte del gruppo di persone, tornate lo scorso 18 febbraio da un soggiorno marino ad Alassio, in osservazione dopo che, ieri, è stato appurata la positività al virus di un’altra ospite della struttura, una signora lombarda che vi soggiornava dall’11 febbraio. “È in 'isolamentoe non ci sono pericoli di contagio”, scrive Rasero.

La conferma del luogo di residenza della paziente arriva altresì da un ulteriore post social, caricato sul suo profilo Facebook da Alessandro Balliano, sindaco di Portacomaro, il quale conferma il ricovero e lancia un appello ai suoi compaesani: “Chiedo massima attenzione e attenersi alle prescrizioni già comunicate. In caso di sintomi compatibili chiamare immediatamente il 1500 e NON uscire dalla propria abitazione. Seguiranno altre indicazioni”.

 

Gli altri 4 contagiati e i 30 villeggianti in quarantena

La signora ricoverata al Massaia non è purtroppo l’unica contagiata tra quanti hanno preso parte ai soggiorni marini organizzati dalla Provincia di Asti presso l’hotel “Bel Sit” di Alasssio. Infatti – mentre prosegue il monitoraggio sanitario degli altri 25 partecipanti al turno di villeggiatura rientrato il 18 e del personale della Provincia, cautelativamente lasciato a casa dal lavoro, che vi è entrato in contatto – nelle scorse ore si sono registrati altri 4 casi di contagiati tra i 34 anziani astigiani che si trovano ancora nell’hotel ligure. Tutti e quattro i soggetti risultati positivi al virus sono attualmente ricoverati all’ospedale San Martino di Genova e le loro condizioni non desterebbero particolari preoccupazioni.

Proseguono, intanto, il monitoraggio dei rimanenti 30 ospiti astigiani del “Bel Sit” e dell’attiguo “Al Mare” che, se le valutazioni cliniche lo consentiranno, nel corso della giornata dovrebbero venire trasferiti in una struttura piemontese, messa a disposizione dall’esercito, nella quale dovranno rimanere per un periodo di quarantena.

Gabriele Massaro

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium