/ Al Direttore

Al Direttore | 11 marzo 2020, 14:04

Serve subito un decreto urgente o molte aziende di trasporto turistico falliranno

I costi di gestione e mantenimento, lamentano i proprietari delle ditte del settore, sono altissimi e nel periodo più economicamente più importante dell'anno non stiamo fatturando

Serve subito un decreto urgente o molte aziende di trasporto turistico falliranno

Con il decreto del governo per causa del coronavirus, ci sono migliaia di aziende italiane proprietarie di autobus turistici che sono sull'orlo del fallimento e nessuno le sta ascoltando. Tenete presente che, in media, un autobus turistico costa circa 250/300.000 euro + iva, e vengono quasi sempre acquistati in leasing, con canoni mensili che vanno dai 3.500 ai 5.000 euro, rimborsabili in 7/8 anni.

Alla fine di questo periodo, i veicoli sono nuovamente da sostituire, inoltre, servono capannoni per il rimessaggio, autisti, segretarie in ufficio, manutenzioni… i costi sono altissimi… ci sono aziende con 10/15/20 autobus che devono mantenere almeno altrettanti autisti (decine migliaia di euro al mese), oltre che a far fronte ai già citati leasing per circa 15/20.000 euro mensili…

Ed ora, proprio nel periodo che va da marzo a maggio, nel quale avrebbero dovuto fare il 50% del fatturato annuo (che sarebbe servito a coprire anche le spese dei mesi autunnali ed invernali), si ritrovano fermi… le loro aziende azzerate completamente, senza sapere come finirà…

Inutile dire, che se non viene fatto un decreto urgente, dove gli si sospendono i leasing e le tasse, loro falliranno, lasciando migliaia di persone senza lavoro, milioni di euro insoluti alle banche, tirandosi dietro tutto l'indotto… autoriparatori, commercianti di veicoli ecc… la situazione è davvero tragica, ma nessuno sembra aver capito questo pericolo!

Al direttore

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium