/ Attualità

Attualità | 26 marzo 2020, 18:22

Circo delle Stelle ancora fermo a Castell'Alfero: "Tra qualche giorno non avremo più cibo. Anche un piccolo contributo può aiutarci"

Ferme a causa delle misure di contenimento per Covid-19 12 persone, tra cui una ragazzina di 13 anni e un bimbo di 5, una donna incinta e 6 cavalli. Attiva anche una raccolta fondi

Circo delle Stelle ancora fermo a Castell'Alfero: "Tra qualche giorno non avremo più cibo. Anche un piccolo contributo può aiutarci"

Restate a casa. Sono forse queste le tre parole con cui si può riassumere lo spirito dell'emergenza sanitaria da Covid-19.

Italiani, cittadini di tutto il mondo, ma anche astigiani sono quindi chiusi in casa, per proteggere se stessi e gli altri. C'è chi, però, una casa adesso non ce l'ha e vive sui propri mezzi di trasporto, in una piazzola di fortuna nei pressi dell'ex stazione di Castell'Alfero.

Si tratta del Circo delle Stelle, che, a causa delle ultime misure di contenimento, è costretto a rimanere a Castell'Alfero. 

L'inizio a Moncalvo

"Tutto è iniziato a Moncalvo il 20 febbraio. Dovevamo fare uno spettacolo. In quei giorni gli spettacoli potevano ancora essere fatti, ma con una distanza interpersonale di almeno un metro. Così, abbiamo ridotto il nostro pubblico da 200 a 50 persone. Poi però è arrivato l'ultimo decreto e noi siamo rimasti completamente bloccati", ci racconta Bruno Niemen.

Anche una donna incinta

Appena circolata la notizia, in paese sono state molte le persone ad aver aiutato la compagnia, formata da 12 persone, tra cui una ragazzina di 13 anni e un bimbo di 5, 5 cavalli e un pony. Un situazione davvero difficile, in cui si trova anche la figlia di Bruno, in dolce attesa. 

La situazione nei giorni scorsi sembrava essere sotto controllo: la generosità dimostrata dai cittadini, dalla Caritas e dalla parrocchia teneva alta l'attenzione su un problema che non può e non deve passare in secondo piano.

AEOP

Inoltre, grazie al sostegno dell'A.E.O.P. di Asti (Associazione Europea Operatori Polizia) è stata anche attivata una raccolta fondi per sostenere questa famiglia. 

Bruno, però, ha chiesto nuovamente una mano. "Entro qualche giorno non avremo più cibo per noi. Non abbiamo più niente. Spero che qualcuno ci possa aiutare, anche con un piccolo contributo".

I cavalli stanno bene e non hanno bisogno di cibo

La famiglia di Bruno attualmente ha bisogno di cibo, ma anche di un aiuto economico per sostenere le spese e acquistare medicine non mutuabili. Inoltre, la compagnia al momento ha solo un paio di mascherine, mentre è completamente priva di gel disinfettanti per mani. Al momento non c'è bisogno di cibo per i cavalli. 

"Grazie al denaro raccolto per ora tramite raccolta fondi siamo riusciti ad avere luce e acqua nella piazzola. L'associazione è quotidianamente impegnata ad aiutare Bruno e la sua famiglia, ma servono ancora contributi per le piccole spese quotidiane. Ringraziamo chi ha donato e chiediamo ancora una mano", spiega Simona Nobile, presidente dell'associazione A.E.O.P. 

Come donare

Chi volesse donare, può farlo tramite l'IBAN IT54M0558410301000000001062, indicando nella causale "Donazione per Circo delle Stelle".

Per ulteriori informazioni contattare il 329 3019261.

Elisabetta Testa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium