/ Provincia

Provincia | 29 maggio 2019, 18:45

Una giornata di relax tra le colline del Monferrato a "Casa di Alice"

Domenica due giugno dalle 10 alle 18 a Villa San Secondo proposte e relax e presentazione del libro di Marina Rissone

La scrittrice Marina Rissone

La scrittrice Marina Rissone

A Villa San Secondo domenica 2 giugno una giornata tra le colline del Monferrato per rilassare mente, corpo e anima.

Un evento ideato da “Il Cappellaio Matto Cafè” con La Casa di Alice b & b e Stregatto spa benessere, struttura di via Cesare Battisti, 21 a Villa San Secondo, che per l’occasione apre le sue porte ai visitatori.

Un luogo suggestivo e magico allo stesso tempo, reso unico per il panorama e le splendide sinuosità monferrine.

Domenica 2 giugno dalle 10 alle 18 il pubblico potrà vivere una giornata di relax con numerose proposte dedicate al tempo libero. Ingresso gratuito.

Due gli eventi programmati: alle 10,30 lezione gratuita di yoga (circa un’ora) con il maestro Angelo Balbo sulla terrazza panoramica, alle 16 protagonista la cultura e la creatività con la presentazione del libro thriller “Indelebile” della scrittrice e giornalista professionista Marina Rissone .

Informazioni sulla pagina facebook

INDELEBILE DI MARINA RISSONE

Una serie di misteriosi delitti innesca una catena inquietante tra Roma, Torino e Monferrato. Questi luoghi saranno legati da una ragnatela invisibile, tessuta da tempo, da mani assassine. Un piano diabolico che sconvolgerà la vita dei protagonisti nel mondo del giornalismo, del doppiaggio e della cultura. Pochi indizi, slegati tra loro, a disposizione degli investigatori e della giornalista Lorenza Ricci.

BIOGRAFIA

Nata a Kensington, Johannesburg (Sudafrica). Laureata in Scienze Politiche Internazionali all’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”. Giornalista professionista. Collabora con il quotidiano “La Stampa”. Appassionata di libri gialli. La scrittura, accompagnata da creatività e passione, è il suo lavoro giornaliero con diverse esperienze tra comunicazione, uffici stampa e moda. Ama viaggiare, scoprire nuovi orizzonti con curiosità, scrivere poesie (all’attivo tre collane con la casa editrice “Pagine” di Roma) e trasmettere con le parole prospettive diverse da cui osservare il mondo.

“Indelebile” è il suo terzo romanzo giallo-thriller, preceduto dal libro d’esordio “La chiave del mistero” e dal racconto magico-esoterico “Così parlò Nerone, gatto araldico”.

"Decidere di scrivere un nuovo romanzo dai contorni gialli - scrive l'autrice - è stata un’ulteriore scommessa. Un’idea che da qualche tempo lampeggiava nella mia mente. La scelta di proseguire questa sfida è partita grazie alla mia determinazione e alla curiosità che mi contraddistingue. Andare oltre i confini è sempre stata per me un’idea importante. Osservare il mondo su prospettive tra loro differenti, mi ha portata a intraprendere un nuovo cammino. Attraverso la lettura di questo libro cercherò di trasportare il lettore in un mondo fuori dall’ordinario. Quello del giornalismo che si muove ogni giorno con tanti personaggi. Come attori. Un modo per ricordare l’espressione che si usa in sociologia per spiegare e studiare gli individui nella società".

Il campo del doppiaggio e del cinema andranno a intrecciarsi con il giornalismo. Universi, ricchi di segreti, ingranaggi nascosti, tecniche, persone che quotidianamente lavorano per ottenere un risultato di alta qualità da presentare allo spettatore e al lettore. Pagina dopo pagina, riga dopo riga, si snoderà il racconto, attraverso vicende contorte dove saranno protagoniste persone lontane, ma legate tra loro. Grandi e piccoli personaggi ognuno con il proprio ruolo da interpretare. La postproduzione e il doppiaggio si nascondono tra le pieghe di un film, di un video, di una pubblicità. Una fase essenziale, ma non visibile, per permettere di ottenere un esito finale perfetto. L’impatto vincente da offrire al pubblico. Fin da bambina sono rimasta attratta da questo mondo misterioso e affascinante… Che a prima vista non si può toccare con mano. L’unico modo per poter assaporare quest’arte, per me, era restare seduta alla poltrona del cinema oltre la chiusura del “sipario”. Che emozione vedere scorrere fino all’ultima riga tutti i nomi di chi aveva lavorato per rendere tale il film. Quante persone, quanti ruoli dietro la pellicola. Ognuno con un compito ben preciso e importante per la realizzazione del lavoro. Spesso gli assistenti della sala cinematografica mi riprendevano per essere sempre l’ultima ad andarsene via. A me poco importava. Volevo leggere con calma ogni singolo segmento del film. E immaginare le fasi di lavorazione dietro la pellicola. Una per una. Fino al fatidico “The End”. Nel tempo ho sempre mantenuto questa mia abitudine a restare incollata alla poltrona… Anche quei titoli di coda erano importanti e mi trasmettevano nuove nozioni. Questo libro sarà un viaggio in questo mondo, spesso poco menzionato, ma ricco di tanti segreti. Lungo il percorso di questa avventura saranno molti i personaggi che avranno un ruolo di primo piano. Il libro toccherà non solo il mondo della celluloide, ma anche quello del giornalismo, della cultura e in parte della moda. Un caleidoscopio di colori che creeranno una storia, variegata, di pura fantasia, seppur legata a individui, che ogni giorno incontro, raccontandoli attraverso la scrittura.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium