/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 17 settembre 2019, 10:39

Ad Asti è arrivato il mare, immergetevi nella Costa d’Alabastro

Invito a scoprire come i grandi panorami della Normandia raccontino un nuovo modo di dipingere e, messi a collezione, promuovano egregiamente un territorio

Ad Asti è arrivato il mare, immergetevi nella Costa d’Alabastro

E’ arrivata in città, evviva, la mostra sugli impressionisti in Normandia. Per gli astigiani sarà certamente occasione imperdibile per godere di importante arte. Approfittate della mostra per entrare nello spirito innovativo, molto innovativo degli impressionisti. La loro è grande arte. Da oggi per qualche giorno raccontiamo alcuni quadri della mostra. Profumano di salino e sono bellissimi.

 

Girare Palazzo Mazzetti, tra i quadri della mostra sugli impressionisti in Normandia, fa cogliere per prima cosa la grande mutazione artistica messa in atto da quel movimento: il soggetto racconta il presente, guarda la natura come specchio dell'anima e luogo di emozione, ne descrive realtà di forme e paesaggi. Paesaggi come quelli delle scogliere della Falaise d'Aval, a pochi km da Etretat, la più famosa della Cote d'Albatre, che si estende sulla Manica per circa 130 km da Dieppe a Le Havre.


Claude Monet tra il 1883 e il 1886 dipinse numerosi quadri raffiguranti la Costa d'Alabastro: "Étretat", "Étretat, l'aiguille et la falaise", "la porte d'aval avec des bateaux partant à la pêche", "la plage et la porte d'Amont", "Marée Haute", "Tempête à Étretat", "La manneporte à Étretat" e "Bateaux sur la plage à Etretat", immagine icona della Mostra, olio su tela del 1883, 65 x 92 cm di importanti e nuovi colori in rapide pennellate, nuovo pure questo, per condividere le emozioni dell’attimo, suscitate dalla naturale bellezza di un posto.

Cogliete allora l’attimo...subito a visitare la mostra di Palazzo Mazzetti.

 

 

Davide Palazzetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium