/ Cronaca

Cronaca | 14 ottobre 2019, 13:49

Un ufficiale di grande "completezza" guiderà il Reparto Operativo dei carabinieri astigiani [VIDEO]

Il maggiore Maurizio Hoffmann ha maturato vasta e variegata esperienza in molteplici ambiti in seno all'Arma

Nell'immagine, da sinistra: il ten. Roberto Iandiorio, il ten. col. Pierantonio Breda, il magg. Maurizio Hoffmann e il parigrado Alessio Gallucci

Nell'immagine, da sinistra: il ten. Roberto Iandiorio, il ten. col. Pierantonio Breda, il magg. Maurizio Hoffmann e il parigrado Alessio Gallucci

Con l’ingresso del maggiore Maurizio Hoffmann, neo comandante del Reparto Operativo e nuovo referente per i rapporti con i giornalisti, si è completato il nuovo organigramma ufficiali del Comando Provinciale di Asti.

L’arrivo dell’ufficiale – insediatosi lo scorso 10 ottobre, ma che di fatto ha iniziato a “studiare” il territorio e le sue problematiche nell’aprile scorso, subito dopo che gli è stato comunicato il trasferimento – segue di poche settimane quello del pari grado Alessio Gallucci, che comanda invece il Nucleo Investigativo.

“L’arrivo del maggiore Hoffmann – ha commentato il tenente colonnello Pierantonio Breda, comandante provinciale dell’Arma – completa il percorso finalizzato ad incrementare le capacità investigative del Comando, rafforzando ulteriormente il nostro impegno sul territorio”.

“Il maggiore – ha aggiunto Breda – può vantare grande esperienza e completezza, poiché nell’Arma ha fatto di tutto: il carabiniere, il maresciallo e l’ufficiale, classificandosi primo all’esito del corso formativo”

Quarantasei anni, sposato e con un figlio, l’ufficiale – a sua volta figlio di un ufficiale dell’Esercito – ha operato in contesti territoriali importanti quali Firenze, Modena e Torino. Presso il capoluogo di regione ha maturato ampia esperienza sui fronti dell’anti eversione, anti terrorismo e anti mafia, guidando altresì il Nucleo Informativo della città e divenendo membro permanente del GIA (Gruppo Interforze Appalti) e assumendo un incarico in seno alla Commissione di Accesso di commissariamento del Comune di Aosta.

Ha altresì approfondito la sua preparazione partecipando a corsi di altissima specializzazione presso una scuola interforze, l’Istituto Superiore Tecniche Investigative e Centro Ricerca Studi contro il Terrorismo.

“Non ho mai avuto il piacere di lavorare prima ad Asti – ha commentato – Terra, estremamente bella e fertile sotto tutti i punti di vista, che conoscevo esclusivamente per aspetti ludici e enogastronomici. Sono molto felice di essere qui e spero di poter fornire il miglior apporto possibile”.

Gabriele Massaro

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium