/ Attualità

Attualità | 03 marzo 2020, 21:36

Coronavirus, rinviata Juventus-Milan: è ufficiale

La decisione confermata da prefetto di Torino. Nel pomeriggio c'era stato il vertice con Appendino e i dirigenti bianconeri, ma la decisione definitiva è arrivata dal governo, in accordo con la Lega Calcio

Coronavirus, rinviata Juventus-Milan: è ufficiale

Niente porte aperte, ma nemmeno porte chiuse: la semifinale di Coppa Italia Juventus-Milan, in programma domani sera all'Allianz Stadium, è stata rinviata a data da destinarsi a causa dell'emergenza coronavirus.

A confermarlo è stato il prefetto di Torino, Claudio Palomba, intorno alle 21.30 di questa sera, a meno di 24 ore dall'inizio previsto del match, al termine del vertice a cui hanno partecipato anche il questore De Matteis, gli assessori regionali Fabrizio Ricca e Luigi Icardi, la sindaca Chiara Appendino e i dirigenti della stessa Juventus.

In un primo momento, oggi pomeriggio, si era ipotizzato di giocare la partita a "porte chiuse", senza pubblico, poi la decisione definitiva per il rinvio, che è arrivata da Roma. A decidere è stata infatti la Lega Calcio, dopo aver consultato il governo.

Al momento della comunicazione, il Milan era già a Torino, o meglio in un albergo di Leinì, dove avrebbe trascorso la notte per prepararsi meglio alla partita.

Da Roma intanto filtra una notizia ancora più clamorosa, che coinvolge non soltanto il calcio: il comitato tecnico-scientifico voluto dal premier Giuseppe Conte avrebbe infatti proposto lo stop a tutte le manifestazioni che comportino affollamento di persone, comprese dunque quelle sportive, per 30 almeno giorni, per far fronte all'emergenza sanitaria.

Cinzia Gatti e Daniele Angi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium