/ Attualità

Attualità | 08 aprile 2020, 19:46

Coronavirus: oggi Asti piange altre 10 vittime. 72 i decessi totali. Un caso positivo alla Casa di Riposo Città di Asti (VIDEO)

Il sindaco Rasero: "A Pasqua e Pasquetta chiusi anche i distributori automatici. La scusa sigarette non ci sarà". Tra le buone notizie il dono da parte della città cinese di Nanyang di 10mila mascherine per Asti

Coronavirus: oggi Asti piange altre 10 vittime. 72 i decessi totali. Un caso positivo alla Casa di Riposo Città di Asti  (VIDEO)

Anche questa sera il primo cittadino ha aggiornato gli astigiani attraverso il suo briefing online.

Il sindaco Rasero ha subito affrontato il tema caldo dei mercati astigiani.

Questa mattina si è svolto il mercato grande in piazza Campo del Palio, dopo due esperimenti rionali. Una trentina i banchi presenti. 

Massimo 78 persone in piazza 

"Oggi abbiamo dedicato 1/3 della piazza intera a un mercato più strutturato. Grazie alla presenza di Polizia Municipale e ANA per i controlli, è stato rispettato il numero massimo di 78 persone totali nella piazza".

Code regolamentate

Due al massimo le persone servite al banco, rigorosamente dotate di guanti e mascherine. Code regolamentate e a distanza anche grazie alla collaborazione degli ambulanti.

Soddisfazione

Il primo cittadino ha espresso soddisfazione per la buona riuscita dell'evento. "Molte persone mi hanno ringraziato. Mi fa piacere, perché mi consente di andare avanti in questa direzione: salvaguardare la salute dei cittadini".

Domani in Torretta col mercato rionale

Domani mercato rionale in Torretta. Appuntamento alle 10 con la diretta del sindaco.

L'Asl di Asti è un esempio: parola di Icardi

L'assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi, nel corso della conferenza stampa di oggi pomeriggio ha citato come esempio la Asl di Asti su come deve essere condotta un'indagine epidemiologica. Per tutti i dettagli relativi alla conferenza CLICCA QUI.

Casa di Riposo Città di Asti: 1 caso positivo, ma respira da solo

La Casa di Riposo "Città di Asti" ha avuto un caso positivo recente al Covid-19. La persona respira autonomamente senza l'ausilio di ventilatori e non sarebbe in gravi condizioni.

Altre quattro persone sono state isolate in un reparto ad hoc in via precauzionale.

"Se ci sarà un secondo luogo di battaglia saranno le Case di riposo. Si farà di tutto per far sì che in queste strutture non capitino disgrazie, come abbiamo visto accadere altrove", spiega il sindaco.

Le scuse non valgono: chiusi anche i distributori di sigarette

Il primo cittadino ha chiarito ulteriormente l'ordinanza che prescrive la chiusura delle attività commerciali di Asti.

Sia a Pasqua che a Pasquetta rimarranno chiusi anche i distributori automatici di sigarette. "Se i tabaccai sono chiusi sono chiusi. Non ci sono scuse per uscire, neanche per andare al distributore".

10mila mascherine da Nanyang

Il sindaco di Nanyang ha donato alla nostra città 10mila mascherine chirurgiche. Per il momento mille mascherine saranno destinate alla Mensa Sociale di Asti e altre mille ai Servizi Sociali.

"Le restanti 8mila vedremo come distribuirle. Non possiamo fare come i piccoli Comuni e distribuire a tutti. Cercheremo di aiutare prima i più svantaggiati".

75mila euro di buoni spesa consegnati

Il primo cittadino ha poi spiegato gli sviluppi delle domande per i buoni spesa alimentari. 500 le domande pervenute, ma solo 300 ritenute valide. 210 quelle già evase, per un totale di 75mila euro di buoni spesa consegnati.

BOLLETTINO CONTAGI ORE 19

732 PAZIENTI GUARITI  E 834 IN VIA DI GUARIGIONE

Oggi pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, è di 732 (119 in più di ieri): 50 in provincia di Alessandria, 41 in provincia di Asti, 39 in provincia di Biella, 81 in provincia di Cuneo,  29 in provincia di Novara, 396 in provincia di Torino, 46 in provincia di Vercelli, 35 nel Verbano-Cusio-Ossola, 15 provenienti da altre regioni.

Altri 834 sono “in via di guarigione”, ossia negativi al primo tampone di verifica dopo la malattia e in attesa dell’esito del secondo.

I DECESSI SALGONO COMPLESSIVAMENTE A 1.417

Sono 68 i decessi di persone positive al test del “Coronavirus Covid-19” comunicati nel pomeriggio dall’Unità di Crisi, di cui 18 al momento registrati nella giornata di oggi. Occorre ricordare che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente dall’Unità di crisi può comprendere anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi covid.

Il totale complessivo è ora di 1.417 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 267  ad Alessandria, 72 ad Asti, 96 a Biella, 100 a Cuneo, 145 a Novara, 572 a Torino,  73 a Vercelli, 68 nel Verbano-Cusio-Ossola, 24 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI

Sono 13.964 le persone finora risultate positive al “Covid-19” in Piemonte: 2.026 in provincia di Alessandria, 646 in provincia di Asti, 602 in provincia di Biella, 1.232 in provincia di Cuneo, 1.151 in provincia di Novara, 6.622 in provincia di Torino, 685  in provincia di Vercelli, 740 nel Verbano-Cusio-Ossola, 188 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi.

I restanti 72 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 423.

I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 51.311, di cui 28.236 risultati negativi.

 

Elisabetta Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium