/ Attualità

Attualità | 08 aprile 2020, 07:39

"Gli addetti alla sicurezza dei supermercati non sono titolati per controllare le auto". Le riflessioni del consigliere comunale Spata

Il consigliere entra nel merito della richiesta dell'ordinanza del 6 aprile a proposito dei controlli nei supermercati. "Le farmacie devono vendere le mascherine al minor prezzo possibile"

"Gli addetti alla sicurezza dei supermercati non sono titolati per controllare le auto". Le riflessioni del consigliere comunale Spata

Riceviamo e pubblichiamo le riflessioni del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Giorgio Spata sull'ordinanza comunale del 6 aprile scorso e sulle dotazioni di mascherine.

Invio questa mia riflessione inerente l'ordinanza  n.24 del 6 aprile 2020 emessa dal sindaco di Asti Maurizio Rasero che obbliga i gestori delle medie e grandi strutture di vendita dotate di parcheggio ad assicurarne l'ingresso di una sola persona per autovettura.  

Credo che dopo i primi giorni le catene della grande distribuzione si siano  attrezzate al meglio per operare nella massima sicurezza, organizzando file ordinate, controllo della temperatura ad ogni cliente, nonché corsie preferenziali per gli operatori socio- sanitari.

Penso però che chiedere alle strutture  di controllare l'accesso dei veicoli senza il supporto delle polizia municipale vada forse oltre la formazione data agli addetti alla sicurezza i quali dovranno negare l'entrata ai veicoli probabilmente senza averne l'autorità.

Sarebbe inoltre auspicabile che lo stesso controllo venisse effettuato per le automobili che accedono al mercato.

Infine, una riflessione sorge spontanea: nella media e grande distribuzione coloro che maneggiano i prodotti non toccano il denaro che, come risaputo, è un grande veicolo di contagio, la stessa cosa non si può dire per gli ambulanti che si trovano a maneggiare inevitabilmente prodotti alimentari e denaro. 

Nel  concludere questa mia riflessione porto la voce di cittadini  che denunciano la difficoltà a reperire mascherine, ed esorto l'amministrazione, dato il momento di difficoltà, a consigliare alle farmacie di vendere le stesse al minor prezzo possibile.

Giorgio Spata

Al direttore

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium