/ Attualità

Attualità | 31 maggio 2020, 14:30

Da lunedì 8 giugno riapre la sede di Asti dell'APRI. Due i volontari di presidio per evitare assembramenti

La presidente Renata Sorba ringrazia il presidente Cirio per la sensibilità dimostrata nel non far utilizzare i guanti nei negozi di abbigliamento, ai disabili visivi

Da lunedì 8 giugno riapre la sede di Asti dell'APRI. Due i volontari di presidio per evitare assembramenti

La presidente dell'APRI di Asti, Renata Sorba, con una nota, informa che la sede di via San marco, sarà aperta dall'8 giugno, il lunedì e il martedì dalle 15.30 alle 18.

Per evitare assembramenti, la sede, verrà presidiata, per ogni giorno, da 2 persone alla volta e che saranno indossati mascherine e guanti e rispettato il distanziamento sociale.

Per appuntamenti è consigliabile prenotare via email o telefonando al cellulare: 333 3621074.

DISTRIBUZIONE CARTELLINO "PER FAVORE, CI AIUTATE A MANTENERE LE DISTANZE, GRAZIE"

"La nostra associazione, scrive Sorba, grazie al sostegno del CSVAA, ha provveduto a realizzare un cartellino, formato A5, che riproduce la locandina.

Il cartoncino, distribuito gratuitamente, avrà un foro e sarà dotato di un cordino in modo che possa essere appeso al collo, allo zainetto, alla borsa, alla carrozzina o in qualche posto che possa essere leggibile e visibile.

Il cartellino si pò prenotare ed può essere consegnato a domicilio

SENZA GUANTI NEI NEGOZI DI ABBIGLIAMENTO DEL PIEMONTE

"Abbiamo appreso, scrive ancora la presidente APRI, con estremo piacere, che il Decreto della Regione Piemonte n. 63 del 22 maggio 2020, concernente le modalità operative della cosiddetta Fase 2, ha recepito la nostra richiesta affinchè non fosse stabilita l'obbligatorietà di indossare i guanti protettivi nei negozi di abbigliamento e calzature. La nuova normativa prevede infatti, per tutti i cittadini, la possibilità di scegliere fra i guanti e la disinfezione delle mani tramite il liquido igienizzante. Ciò consentirà ai disabili visivi di poter senza dubbio esplorare col tatto gli indumenti prima dell'acquisto. Si tratta di un'importante opportunità che denota buon senso e ragionevolezza. Ringraziamo pertanto sentitamente il governatore Alberto Cirio e il suo consigliere Gian Luca Vignale per la sensibilità dimostrata e per la prontezza del recepimento".

Comuniato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium