/ Politica

Politica | 06 giugno 2020, 11:50

"Qualche preoccupazione per la movida e le ore serali, ma Nizza Monferrato riparte". Il Comune ha aumentato i controlli della polizia locale

L'Amministrazione Nosenzo, insediatasi esattamente 4 anni fa, traccia un piccolo bilancio dell'emergenza. Bene i mercati, gli afflussi si sono "spalmati". Si pensa ad alcune serate estive in piazza Garibaldi

"Qualche preoccupazione per la movida e le ore serali, ma Nizza Monferrato riparte". Il Comune ha aumentato i controlli della polizia locale

Un giorno importante, oggi 6 giugno per Nizza Monferrato che 4 anni fa, vedeva insediarsi l'Amministrazione Nosenzo.

La ripartenza dell'importante centro astigiano sta avvenendo con gradualità e le preoccupazioni maggiori per il sindaco Simone Nosenzo è la movida serale e l'ora degli aperitivi dove si sviluppano code e assembramenti, spesso anche senza mascherine.

"Abbiamo chiesto alla polizia locale di lavorare anche nelle ore serali, dove c'è maggiore movimento, occorre avere molta attenzione, soprattutto nelle ore dell'aperitivo, le regole valgono più che mai, il distanziamento soprattutto. E l'utilizzo delle mascherine".

Il sindaco tramite gli uffici ha inviato una lettera per invitare i commercianti al rispetto di tutte le normative e incrementare la capacità "Nello stare lontani dai rischi, ammucchiare troppe persone, ha ribadito Nosenzo, potrebbe portarci ad un rischio contagio che ci farebbe chiudere e diventare zona rossa. Un danno incredibile".

I NUMERI COVID

A Nizza ci sono attualmente 3 positivi nei loro domicilio (persone che fanno fatica a negativizzarsi anche se stanno bene)

49 guariti dal Covid (hanno registrato almento un tampone positivo)

Nessuno è più in quarantena (43 le persone che la hanno fatta, ma non rientra in questo elenco chi si è "auto" isolato, ad esempio chi è tornato dall'estero)

5 persone decedute con tampone positivo.

725 tamponi effettuati, 678 negativi (più tamponi effettuati sulle stesse persone)

MERCATI

"I mercati ci destavano qualche preoccupazione, invece nelle settimane, anche se con molti afflussi, le code si sono "spalmate".

Il mercato ieri si è svolto regolarmente, inibilta l'area di via Maestra, aperte e ancora contingentate tutte le entrate. Presto riparte anche il Mercatino dell'Antiquariato.

CENTRI ESTIVI

L'assessore Ausilia Quaglia è intervenuta sui centri estivi. "Con l'uscita delle linee guida e tutta la procedura richiesta, come Comune ci appoggeremo a chi ne farà magari dando un contributo. Saranno dislocati sulla città, ognuno con caratteristiche proprie.

L'Istituto Nostra Signora, seguirà più che altro una linea di potenziamento scolastico.

Crescere Insieme terrà due centri, ovviamente con numeri ridotti (ogni educatore può avere solo 8 ragazzi).

L'Asilo Nido farà un centro estivo per circa 25 bambini, per ora solo dai tre ai cinque anni.

Questi gli orari
7,30-14
9-15,30
8,30-12.30 part time con pranzo.

"Come Comune valuteremo i progetti supportando con un piccolo contributo per l'implementazione delle attività. Nizza non poteva rimanere senza centri estivi e un minimo di servizio verrà erogato".

PARTITI I LAVORI SULLE TELECAMERE

Sono partiti i lavori per l'implementazione delle telecamere, che presto arriveranno al centinaio e il territorio sarà interamente monitorato. Per la fine di luglio i lavori saranno terminati

FESTE ESTIVE IN PIAZZA GARIBALDI?

L'assessore Marco Lovisolo ha comunicato che vengono fatti sopralluoghi in piazza Garibaldi per pensare di organizzare qualche evento estivo, "per dare un segnale".

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium