/ Attualità

Attualità | 13 luglio 2020, 12:45

Il Bonus baby sitting potrà essere richiesto anche da chi ha usufruito del congedo. A fare chiarezza una comunicazione dell'Inps

La Consigliera di Parità della Provincia di Asti, Chiara Cerrato: "Il problema dell’incompatibilità è stato risolto e può essere utilizzato anche per pagare la frequenza ad un centro estivo"

Il Bonus baby sitting potrà essere richiesto anche da chi ha usufruito del congedo. A fare chiarezza una comunicazione dell'Inps

La Consigliera di Parità della Provincia di Asti, Chiara Cerrato su segnalazione del nazionale ha diramato una comunicazione per fare chiarezza sulla richiesta del Bonus baby sitting.

"Il problema dell’incompatibilità - spiega Cerrato - tra bonus e congedo, a suo tempo segnalato dalle Consigliere di parità  alle Ministre competenti, è stato risolto. Mentre, infatti, nella versione del decreto Cura Italia un genitore poteva chiedere o 15 giorni di congedo o il bonus, senza poter alternare i due strumenti, ora l’Inps (circolare 73/2020 ) consente di chiedere il bonus anche a chi ha già usufruito di 15 giorni di congedo (si può, cioè, prendere metà congedo e metà bonus).

Inoltre può essere utilizzato anche per pagare la frequenza a un centro estivo o a un asilo nido, oltre che per la baby sitter".

In allegato un'importante guida curata da Inps.

Files:
 GUIDA BONUS BABY SITTING (3.2 MB)

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium