/ Al Direttore

Al Direttore | 06 agosto 2020, 19:34

Angela Quaglia: "Da sindaco e vice una risposta risibile sul Mercato Ortofrutticolo"

Riceviamo e pubblichiamo una lettera al direttore a firma di Angela Quaglia, consigliera comunale del gruppo CambiAMO Asti

Angela Quaglia: "Da sindaco e vice una risposta risibile sul Mercato Ortofrutticolo"

Caro Direttore,

comprendo che per i lettori possa essere “noioso” leggere notizie sullo stesso argomento ma leggendo le dichiarazioni del sindaco e del vice sindaco a proposito dell’interpellanza sul mercato dei produttori di corso Venezia diventa necessario.

  1. La sottoscritta ha inviato a fine ottobre 2019 un’interrogazione per segnalare la difficile situazione igienico-sanitaria del capannone in cui i nostri agricoltori espongono e vendono la loro merce e per chiedere ogni quanto tempo gli amministratori vanno a “farsi un giro” per rendersi conto dei problemi (più volte segnalati dagli stessi produttori);

  2. A febbraio 2020 mandavo una lettera per segnalare che non c’erano più le bilance per pesare la merce, mancavano le luci ( e al mattino presto era ancora buio) e la pulizia lasciava molto a desiderare ( specialmente in un angolo del capannone c’era uno spesso strato di guano di piccioni);

  3. A maggio 2020 chiedevo alla Giunta di far riaprire il mercato giacchè la stagione primaverile garantiva la produzione e, di conseguenza la possibilità per i produttori di vendere il frutto del loro lavoro.

Anche perché avendo aperto i mercati rionali e quello principale di Campo del Palio non si capiva davvero la ragione per cui il capannone di corso Venezia dovesse rimanere ancora chiuso alla vendita dei prodotti agricoli.

Ora leggo che il sindaco e il vice sindaco non sapevano e che bastava una telefonata!

Una risposta risibile per parecchie ragioni:

  1. basta leggere le interrogazioni invece di snobbarle come fanno di solito;

  2. basta dare un’occhiata ai giornali per capire quali problematiche stanno emergendo;

  3. basta andare a vedere di persona, anche senza fare una diretta, per rendersi conto della situazione.

Rispetto al mercato di Canale, poi, preciso al Vice sindaco che si tratta di un mercato all’ingrosso ma aperto anche al pubblico (perfino la domenica pomeriggio!)

Valorizzare il nostro mercato ortofrutticolo non solo è possibile ma doveroso: basterebbe tenerlo in ordine, pulito e con gli impianti funzionanti e la clientela non mancherebbe, così come peraltro non manca neppure adesso.

Ma si può fare di più e meglio! Basta occuparsene seriamente!

D’altra parte anche i produttori, come gli ambulanti delle piazze, pagano.

Perché non si riserva loro la stessa attenzione?

Con viva cordialità.

Angela Quaglia- CambiAMO Asti

Al direttore

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium