/ Agricoltura

Agricoltura | 21 ottobre 2020, 19:50

Il tesserino funghi viene rilasciato anche al Parco Paleontologico Astigiano

Il tesserino è valido su tutto il territorio regionale e ha un costo annuale di 30 euro

Il tesserino funghi viene rilasciato anche al Parco Paleontologico Astigiano

Le belle giornate autunnali rappresentano per molti una ghiotta occasione per fare due passi nei boschi, magari nella speranza di trovare qualche prezioso porcino. Anche i territori delle aree gestite dall’Ente Parco sono interessate da questa attività, le cui radici si perdono nella notte dei tempi.

Bisogna però ricordare che la raccolta dei funghi in tutto il territorio regionale è consentita previo acquisizione del cosiddetto “Tesserino per la Raccolta dei Funghi”. Il Tesserino è valido su tutto il territorio regionale e consente al possessore, la raccolta dei funghi nei limiti e con le indicazioni di una Legge Regionale emanata dalla Regione Piemonte nel 2007.

Il costo del tesserino annuale (anno solare) è di 30 euro, ma è anche possibile acquistare il Tesserino Giornaliero del costo di 5 euro. 

Attualmente, il Tesserino (che in realtà, in termini di Legge si chiama Titolo Abilitativo), viene rilasciato dalle Comunità collinari o montane dove esistenti e soprattutto dagli Enti Parco, che utilizzano gli introiti per interventi di gestione e manutenzione ambientale nelle Aree Protette gestite.

Anche il Parco Paleontologico Astigiano è coinvolto per il rilascio dei Tesserini: presso la Sede dell’Ente, in corso Vittorio Alfieri 381 (Palazzo del Michelerio) tutti i giorni dal lunedì al venerdi dalle 8,30 alle 12,30, è possibile acquisire il Titolo abilitativo con versamento diretto in contanti e presentando un documento di identità. Va ricordato poi che è anche possibile effettuare il versamento presso uno sportello bancario, dopo avere richiesto telefonicamente al Parco, il codice IBAN dell’Ente (0141-592091)

Alcune cose pratiche da ricordare per la raccolta dei funghi nel rispetto della Legge:

  • La raccolta dei funghi senza avere acquisito il Tesserino, comporta una sanzione amministrativa di 86 euro e il sequestro/confisca dei funghi raccolti;
  • Il Tesserino o la ricevuta del bonifico bancario, devono sempre essere accompagnati da un Documento di identità della persona titolare del tesserino stesso (il tesserino infatti, è strettamente personale e non è cedibile ad altri); 
  • Per ogni giornata, il possessore del Tesserino può raccogliere un massimo di 3 kg di funghi. I funghi raccolti devono essere riposti in un cestino o altro contenitore che consenta la caduta naturale delle spore fungine. Sono vietate le buste di plastica e i contenitori chiusi. I funghi che non si conoscono o si pensa non siano commestibili o siano velenosi, non devono essere distrutti o danneggiati; è vietato l’uso di rastrelli, uncini e attrezzi vari;
  • Solo nel territorio del Parco Naturale di Rocchetta Tanaro, la raccolta dei funghi è consentita ai soli residenti nel Comune di Rocchetta Tanaro.

In ultimo, va ricordato che la raccolta di alcune specie di funghi, quali ad esempio i Chiodini, i Prataioli, le Gambe secche, gli Orecchioni e le Mazze di Tamburo è possibile anche senza Tesserino ma nel rispetto del quantitativo giornaliero di 3 kg e delle altre regole di legge.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium