/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 11 maggio 2021, 18:45

Lavoratori somministrati: si potrà chiedere indennità entro il prossimo 31 maggio

Si tratta di una somma una tantum, pari a 2400 euro. Le sedi CISL di Alessandria – Asti sono a disposizione per fornire informazioni e dare supporto

Lavoratori somministrati: si potrà chiedere indennità entro il prossimo 31 maggio

Un aiuto ai lavoratori somministrati in un momento particolarmente delicato.
La Felsa CISL informa i lavoratori della provincia che hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività lavorativa della possibilità di poter chiedere l’indennità una tantum di 2.400 euro prevista dal decreto Sostegni entro il prossimo 31 maggio.

Tra questi anche i lavoratori in somministrazione appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali, che beneficiano per la prima volta dei bonus emergenziali.

I soggetti che hanno già beneficiato delle indennità previste dal decreto Ristori riceveranno automaticamente la nuova una tantum pari a 2.400 euro senza necessità di presentare alcuna domanda, mentre i nuovi beneficiari dovranno invece presentare apposita istanza, esclusivamente in via telematica.

La richiesta per il riconoscimento delle indennità va presentata entro il 31 maggio 2021.

Le sedi CISL di Alessandria – Asti sono a disposizione per fornire informazioni e dare supporto nella presentazione della domanda, previo appuntamento da chiedere alla categoria Felsa CISL, che segue i lavoratori con contratti di somministrazione lavoro.

Contatti

FELSA CISL ALESSANDRIA ASTI (per i lavoratori in somministrazione) Sede ALESSANDRIA: Via Tripoli 14, tel. 339 3595290 (su appuntamento) Sede ASTI: Via XX Settembre 10, tel. 339 3595290 (su appuntamento)

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium