/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 21 giugno 2021, 07:00

Una grande festa Unesco per l'inaugurazione del Museo in Vigna

L'Enoteca regionale Cavour ha celebrato i 7 anni dal riconoscimento dei paesaggi vitivinicoli di Langhe Monferrato Roero

Una grande festa Unesco per l'inaugurazione del Museo in Vigna

Con i “Suoni dalle Colline di Langhe e Roero” a fare da cornice, accompagnati dalle note dell’Orchestra Italy&USA - Alba Music Festival Virtuosi – con una straordinaria reunion di giovani talentuosi, accomunati dall’amore per il territorio albese, sotto la direzione artistica di Giuseppe Nova e Jeff Silberschlag –, l’Enoteca Regionale Piemontese Cavour ha celebrato sabato 19 giugno, i Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato con un grande evento presso il Castello di Grinzane Cavour, luogo simbolo di queste colline.

Il momento clou della Grande Festa Unesco è stato toccato con l’inaugurazione del Museo “In Vigna”, un percorso emozionale e didattico a cielo aperto tra i filari – curato dallo storico e museologo Daniele Jalla e raccontato per immagini dalle illustrazioni del fumettista Luigi Piccatto –, alla scoperta del vigneto e della produzione dell’uva da vino. Immersi nella “Vigna del Conte”, ai piedi del Castello di Grinzane Cavour, da oggi è possibile approfondire la conoscenza del ciclo vegetativo della vite e del lavoro del vignaiolo, espressione di quella sapienza contadina – a metà strada tra l’arte e il mestiere – che in queste colline, da secoli, è tramandata di generazione in generazione.

Con l’inaugurazione del Museo In Vigna innalziamo la qualità dell’offerta del nostro turismo – ha affermato il presidente dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour, Roberto Bodrito –. Onorati dalla presenza del Ministro per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini, che ha visitato il percorso museale in anteprima insieme ai sindaci del territorio, con il compleanno UNESCO di oggi ci prepariamo ad accogliere i turisti che torneranno a farci visita, o che vorranno scoprire questa terra per la prima volta. Il mio grazie va alle generazioni di contadini che nei secoli hanno plasmato queste colline, per arrivare ai giorni nostri a chi si è impegnato per valorizzarle: questo progetto è frutto di un grande lavoro di squadra che ha visto la determinante collaborazione dei sindaci della Città di Alba, Carlo Bo, e del Comune di Grinzane Cavour, Gianfranco Garau, insieme all’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, con il suo presidente Luigi Barbero”.

A sette anni dall’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale (World Heritage List) dell’UNESCO, un nuovo tassello si aggiunge dunque per celebrare i Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, festeggiati presso il luogo simbolo di queste colline, il Castello di Grinzane Cavour.

Il Museo In Vigna va ad aggiungere lustro a questo sito, rafforzando ulteriormente l’identità di questo luogo meraviglioso attraverso un intervento che esprime finezza e grandissimo gusto – aggiunge il direttore dell’associazione per il Patrimonio dei Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, Roberto Cerrato, esperto della Commissione nazionale UNESCO –. In questa occasione abbiamo voluto omaggiare la dottoressa Angela Maria Ferroni, funzionario dell’Ufficio UNESCO del Ministero della Cultura, nominandola Socio d’Onore dell’associazione”.

Dopo mesi particolarmente difficili, siamo davvero felici di intraprendere il cammino verso la normalità, provando a ripartire in sicurezza, senza tornare indietro – ha dichiarato l’assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Luigi Genesio Icardi . Nel giorno in cui tagliamo il traguardo di un milione di Piemontesi vaccinati con la seconda dose e quello dei tre milioni alla prima inoculazione, la nostra Regione è pronta ad accogliere nuovamente turisti e visitatori. Siamo sicuri che il Museo In Vigna costituirà un nuovo elemento di attrattività per il territorio, dando un grande impulso e un notevole valore aggiunto all’offerta turistica di Langhe, Roero e Monferrato”.

A chiudere i festeggiamenti – prima della passeggiata notturna nel Museo In Vigna, completamente privo di barriere architettoniche e illuminato, per un notevole effetto scenografico – il brindisi conclusivo e la conviviale enogastronomica, con la degustazione dei prodotti del progetto “Filiera corta nel Castello Unesco”, finalizzato a incentivare lo sviluppo di filiere corte nei mercati locali, promosso della Regione Piemonte e dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale.


Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium