/ Politica

Politica | 26 novembre 2021, 17:34

Modello verticale ad Asti: ennesimo botta e risposta con l'assessore Berzano. I consiglieri Bosia e Anselmo (Uniti si può): "Questa è la politica"

Questa mattina l'assessore aveva replicato all'interpellanza sulla nuova raccolta rifiuti: "I consiglieri avranno tutte le risposte però non mi sta bene che non si presentino ad una riunione appositamente convocata e poi scrivano ai giornali"

I consiglieri di Uniti si può

I consiglieri di Uniti si può

Quarto botta e risposta ad Asti tra Mario Malandrone (Ambiente Asti), Mauro Bosia e Michele Anselmo (Uniti si può) con l'assessore al Bilancio e all'Ambiente, Renato Berzano.

Dopo l’interpellanza sul ‘Modello verticale’ di raccolta dei rifiuti adottata da Asp, presentata dai suddetti consiglieri di minoranza, questa mattina l'assessore Berzano ha espresso disappunto: "Non mi sta affatto bene che prima non si presentino ad una riunione appositamente convocata per illustrare il sistema, per poi far polemica sui giornali una ventina di giorni dopo”, contestando le modalità, ritenendo espressamente l’interpellanza un attacco di natura politica anziché una richiesta di chiarimenti.

"Certo che è un attacco politico, replicano Bosia e Anselmo, come è normale che fra maggioranza e opposizione, fra schieramenti che hanno idee diverse, ci siano diverse visioni di come vadano gestite le cose pubbliche. Anzi, è proprio questa la politica: ed un amministratore dovrebbe essere contento che in città ci sia ancora chi se ne occupa per passione e convinzione, senza essere turbato dagli interventi altrui".

Bosia e Anselmo che hanno convocato con Ambiente Asti una conferenza stampa sulla raccolta verticale per lunedì, sostengono che l'assessore non dovrebbe stupirsi dato che, scrivono "fa l'assessore in una giunta dichiaratamente di centro-destra che prende evidentemente decisioni di destra. Ora, invece di star lì a tirarci le orecchie su chi c'era o non c'era a farsi raccontare cosa era già stato deciso tra Asp, Iren e Comune (noi non facciamo parte di suddetta commissione e ricordiamo che non è passato nulla in consiglio comunale), Bersano si prenda la responsabilità delle decisioni del suo assessorato e risponda alle domande che abbiamo posto non nel nostro interesse ma in quello di una città che dopo anni di investimenti economici ed umani vede un regresso della sua raccolta differenziata dal porta a porta verso la raccolta a cassonetti.

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium