/ Attualità

Attualità | 28 maggio 2022, 12:23

La caserma dei carabinieri di Cocconato è stata intitolata a Luigi Perotto

Eroe cocconatese, carabiniere decorato di Medaglia di Bronzo al Valor Militare. L'importante cerimonia questa mattina

La caserma dei carabinieri di Cocconato è stata intitolata a Luigi Perotto

È stata intitolata questa mattina, sabato, la Stazione carabinieri di Cocconato al cocconatese Luigi Perotto, carabiniere decorato di Medaglia di Bronzo al Valor Militare.

All’importante cerimonia, oltre alle autorità provinciali e alla cittadinanza, ha partecipato anche il Gen. D. Aldo Iacobelli, comandante della Legione CC “Piemonte e Valle d’Aosta.

L’Appuntato Perotto, insignito dell’altissima decorazione per il suo comportamento nella Prima Guerra Mondiale, ha lasciato una testimonianza di grande generosità e di altissimo senso del dovere. 

Infatti, nel corso del conflitto, l’appuntato Perotto non si è mai tirato indietro, non si è sottratto al proprio dovere, ma ha fatto di più: ha combattuto sempre in prima linea sul fronte austroungarico, anche se gravemente ferito alla gamba da una scheggia di granata, è riuscito a trascinarsi fino a portare un messaggio di vitale importanza al Comando di Reggimento.

Perotto si è esposto alla morte pur di portare a termine la delicata missione affidatagli perché consapevole che da lui dipendeva la vita di altri, ed è proprio questa sua consapevolezza e spirito di sacrificio a rendere il suo operato davvero eroico.

Nato a Cocconato 15 febbraio 1895, vi è ritornato nel 1940 una volta lasciato il servizio attivo, dedicandosi, con il fratello, alla coltivazione della sua terra e Cocconato è il luogo dove, da 43 anni, riposa. Pur essendo orgoglioso della sua appartenenza all’Arma, da persona riservata e umile quale era, non aveva mai ostentato le medaglie e gli encomi riconosciutigli nel corso del suo servizio esemplare, tanto che, solo un anno prima di morire, ha donato il suo medagliere alla Sezione di Cocconato dell’Associazione Nazionale Carabinieri, svelando a tutti il suo valore.

La scelta di intitolare la locale caserma è il modo in cui l’Arma e Cocconato celebreranno uno dei propri figli migliori. 

"Esempi come quello dell’Appuntato Perotto - ha ricordato l'Arma - hanno la forza di restare nella memoria per sempre e costituiscono motivo di riflessione anche e soprattutto per i giovani, perché sono il germoglio di quelle idee e di quei valori che costituiscono punto di riferimento per tutti". 

Elisabetta Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium