/ Sport

Sport | 01 dicembre 2022, 14:05

Pranzo sociale e premi per i fedelissimi di "Camminare lentamente"

Tra i destinatari dei riconoscimenti, anche numerosi astigiani che hanno partecipato a più camminate

Alcune immagini dei premiati per le partecipazioni a "Camminare lentamente"

Alcune immagini dei premiati per le partecipazioni a "Camminare lentamente"

Domenica, presso il circolo ricreativo “Le due Torri” di Moncucco Torinese, si è concluso, dopo ben 31 camminate, il percorso di ‘Camminare lentamente’ iniziato lo scorso 16 gennaio a Canale (CN) e conclusosi il 13 novembre a Treiso (CN)

Per non perdere l’abitudine e per mantenere le tradizioni, prima del pranzo i partecipanti hanno stimolato l’appetito facendo una breve passeggiata sulle colline del gesso, tra vitigni e panorami mozzafiato. E poi l’attesa premiazione dei fedelissimi, tra cui numerosi astigiani.

Primi a pari merito con 29 presenze alla camminate organizzate Domenico Bollito, di San Paolo Solbrito e Piera Tumiati; secondo Umberto Avorio con 27, terza Alessandra Detotto con 26. Hanno partecipato inoltre a più di 18 passeggiate Elena Barbieri, Rosalba Caroleo e Mario Lisa di Valfenera, Ernesto Scagliola, Nicola Soverino di Badichieri.

Premiati poi con un numero di presenza con la tessera omaggio per il 2023, i soci che hanno partecipato almeno a 12 escursioni: Elsa Bellò, Enzo Cancro, Stefano Dulevant e Ileana Ghirotto di Villanova d’Asti, Irene Gasti, Franca Gili, Maria Libri, Lugi Loprete, Cosimina Macrì, Teresa Mazzilli e Angela Rosso di Valfenera. Infine un premio per i giovani Elisa Soffietti e Alessandro Garetto di Valfenera nella categoria “giovani ricci”.

Nel corso dell’incontro è stato confermato l’importo della quota associativa (8 euro), è stato lanciato il tesseramento per l’anno 2023, svelata il colore della tessera (viola) e la frase che guiderà il cammino per il prossimo anno: “Il mio sogno? Sentire un giorno battere il cuore degli alberi” del poeta e scrittore Fabrizio Caramagna.

In coerenza con questa scelta, dopo la tradizionale pesa della zucca e la raccolta di 75 euro, il direttivo ha deciso di aggiungere un contributo di 125 euro e versare così 200 euro per adottare dei castagni secolari a Viola Castello nella Val Mongia e diventare dei piccoli "custodi" di questi magnifici esemplari.

Per la loro cura e il loro mantenimento: https://www.marcobozzolo.com/adotta-un-castagno/

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium