/ Sport

Sport | 01 dicembre 2022, 14:05

Pranzo sociale e premi per i fedelissimi di "Camminare lentamente"

Tra i destinatari dei riconoscimenti, anche numerosi astigiani che hanno partecipato a più camminate

Alcune immagini dei premiati per le partecipazioni a "Camminare lentamente"

Alcune immagini dei premiati per le partecipazioni a "Camminare lentamente"

Domenica, presso il circolo ricreativo “Le due Torri” di Moncucco Torinese, si è concluso, dopo ben 31 camminate, il percorso di ‘Camminare lentamente’ iniziato lo scorso 16 gennaio a Canale (CN) e conclusosi il 13 novembre a Treiso (CN)

Per non perdere l’abitudine e per mantenere le tradizioni, prima del pranzo i partecipanti hanno stimolato l’appetito facendo una breve passeggiata sulle colline del gesso, tra vitigni e panorami mozzafiato. E poi l’attesa premiazione dei fedelissimi, tra cui numerosi astigiani.

Primi a pari merito con 29 presenze alla camminate organizzate Domenico Bollito, di San Paolo Solbrito e Piera Tumiati; secondo Umberto Avorio con 27, terza Alessandra Detotto con 26. Hanno partecipato inoltre a più di 18 passeggiate Elena Barbieri, Rosalba Caroleo e Mario Lisa di Valfenera, Ernesto Scagliola, Nicola Soverino di Badichieri.

Premiati poi con un numero di presenza con la tessera omaggio per il 2023, i soci che hanno partecipato almeno a 12 escursioni: Elsa Bellò, Enzo Cancro, Stefano Dulevant e Ileana Ghirotto di Villanova d’Asti, Irene Gasti, Franca Gili, Maria Libri, Lugi Loprete, Cosimina Macrì, Teresa Mazzilli e Angela Rosso di Valfenera. Infine un premio per i giovani Elisa Soffietti e Alessandro Garetto di Valfenera nella categoria “giovani ricci”.

Nel corso dell’incontro è stato confermato l’importo della quota associativa (8 euro), è stato lanciato il tesseramento per l’anno 2023, svelata il colore della tessera (viola) e la frase che guiderà il cammino per il prossimo anno: “Il mio sogno? Sentire un giorno battere il cuore degli alberi” del poeta e scrittore Fabrizio Caramagna.

In coerenza con questa scelta, dopo la tradizionale pesa della zucca e la raccolta di 75 euro, il direttivo ha deciso di aggiungere un contributo di 125 euro e versare così 200 euro per adottare dei castagni secolari a Viola Castello nella Val Mongia e diventare dei piccoli "custodi" di questi magnifici esemplari.

Per la loro cura e il loro mantenimento: https://www.marcobozzolo.com/adotta-un-castagno/

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium