/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 17 gennaio 2023, 16:56

Nuova manifestazione degli ambulanti del GOIA contro lo spostamento del mercato delle piazze Alfieri e Libertà [VIDEOINTERVISTA]

Una delegazione è stata ricevuta dal Prefetto. Presto un tavolo di concertazione. Nardozzi: "La commissione è stata sfiduciata. Noi non siamo qui per fare la guerra ma difendere il posto di lavoro e doverci difendere dai colleghi mi rammarica molto"

Nuova manifestazione degli ambulanti del GOIA contro lo spostamento del mercato delle piazze Alfieri e Libertà [VIDEOINTERVISTA]

Nuovo round delle proteste degli ambulanti del mercato di Asti, oggi pomeriggio in presidio sotto la Prefettura e poi, dopo il corteo, in piazza San Secondo.

Questa mattina il comitato per l'ordine e la sicurezza, presieduto da Prefetto di Asti, Claudio Ventrice ha preso atto dell’intenzione dell’Amministrazione comunale di perseguire lo spostamento del mercato purché le modifiche siano "concordate con tutti gli operatori e le associazioni interessate e che gli incontri, nei quali il Comune intende condividere motivazioni e proposte, avvengano nel pieno rispetto del dialogo e del confronto costruttivo".

I commercianti intendono far valere le proprie ragioni e, come ci conferma Giancarlo Nardozzi, presidente del GOIA (Gruppo organizzato Imprese Autonome), la commissione mercatale (Raffaela Gigliodoro,Cristiano Maschio, Elvio Ferrero, Valerio Zanellato, Salvatore Campisi e Mario Maraventano), eletta dalla maggioranza degli ambulanti ad agosto, sta per essere sfiduciata alla luce di, al momento, 130 firme raccolte.

"Il sindaco non avrà più come interlocutore questa commissione, ci saranno dei candidati che verranno eletti, al momento ce ne sono 5, spiega Nardozzi. Non siamo qui per fare la guerra ma difendere il posto di lavoro e difenderci dai colleghi mi rammarica molto. Abbiamo fatto un sacco di proposte, per i posti vuoi potremmo assegnarli a categorie merceologiche mancanti. Cosa succederà a piazza Alfieri se non ci sarà l'afflusso della gente?

Andrea Percia al mercoledì ha un banco di pigiami "In una nuova zona si deve ripartire da zero e molti clienti hanno firmato una petizione. Non vogliono lo spostamento. Con 250 banchi, sarebbe molto dispersivo e sarebbe sacrificata la clientela di molti di noi".

Intervista integrale

Una delegazione capeggiata da Nardozzi è stata ricevuta dal Prefetto Ventrice e fra un paio di settimane ci sarà un tavolo di concertazione: "Il prefetto è una persona squisita e ci ha garantito che il Comune ci riceverà presto. Vogliamo mantenere un dialogo morbido ma non con giochi già fatti. Andremo anche in Regione".

Al momento sospesi i sit in del mercoledì e sabato.

Gli ambulanti hanno intanto chiesto aiuto alle televisioni nazionali, scrivendo al Tg3 regionale e a ‘Dritto e rovescio’ di ReteQuattro.

La trasmissione di Paolo Del Debbio era già stata ad Asti nel 2020 e aveva proprio incontrato gli ambulanti.

Siamo nuovamente qui per chiedere un vostro sostegno alla causa che stiamo portando avanti con manifestazioni e proteste – si legge – perché ci hanno già dimezzato l’orario di vendita ingiustamente e senza alcuna considerazione delle nostre vite e opinioni. Il prossimo passo è lo spostamento presso zone molto meno commerciali, allo scopo di indurci a chiudere definitivamente e far sparire il mercato”.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium