/ Attualità

Attualità | 27 novembre 2023, 09:08

In arrivo ad Asti 20 stazioni di bike sharing con 80 ebike, a integrazione del trasporto locale

Protocollo d'intesa tra Asp e Vaimoo per circa 325mila euro. Previsti sconti e agevolazioni per il trasporto. I dettagli

La mappa

La mappa

Ritorna ad Asti, in supporto alla mobilità e al trasporto pubblico locale, il servizio di bike sharing, già sperimentato diversi anni fa.

A maggio la Regione aveva approvato lo schema di proposta progettuale per la presentazione delle proposte progettuali all’Agenzia per la Mobilità Piemontese (AMP) da parte delle aziende titolari dei Contratti di Servizio TPL sul territorio regionale.

La proposta dell'astigiana Asp ha presentato un progetto con Vaimoo per 325mila euro, rispettando i requisiti richiesti:

Complementari al trasporto locale

 avere a oggetto esclusivamente servizi di sharing mobility, prevalentemente ad alimentazione elettrica o muscolare, complementari ai servizi di trasporto pubblico locale e regionale: bike sharing (station-based o free-floating), carpooling, trasporto a chiamata o altri servizi complementari;

 garantire sconti/agevolazioni agli utenti del TPL per l’acquisto di servizi di sharing mobility, i cui oneri sono sovvenzionati con le risorse del DM 417/2022 sulla base di una convenzione tra il soggetto incaricato della gestione dei sevizi di trasporto pubblico locale ai sensi del decreto e i fornitore del servizio di sharing mobility selezionato;

 essere finanziati nell’ambito dei Contratti di Servizio di cui all’articolo 19 del DLgs 422/1997 ed avere una durata triennale e, comunque, concludersi non oltre il 30 giugno 2025.

Il progetto

Il progetto prevede la gestione di un servizio di bike sharing elettrico con una flotta di 80 biciclette elettriche di ultima generazione, progettate specificatamente per i sistemi di sharing, dislocate in 20 stazioni virtuali disponibili per 365 giorni l’anno attraverso un’applicazione per smartphone, garantendo una capillarità del servizio molto spinta che permetterà di avere stazioni molto vicine tra loro (dai 500m ai 600m).

Le caratteristiche delle stazioni

La stazione dovrà ccupare un’area di 10 mq con dimensioni d 5m x 2m (dimensioni pari allo stallo di un posto auto).

Ogni stazione può occupare un massimo di 7 stalli e le 20 stazioni per le 80 Ebike, situate su stalli per autoveicoli sia a pagamento sia non a pagamento o su aree non delimitate, determinano un numero totale di stalli per biciclette pari a 135, superiore al numero di Ebike, al fine di garantire l’efficienza del servizio ed assicurare che le stazioni abbiano sempre alcune postazioni libere.

Sarà attivato un servizio di car-pooling, come misura di mobility management aziendale, che prevedrà l’uso condiviso di automobili private tra un gruppo di persone, con il fine principale di ridurre i costi di spostamento.

Le postazioni

Le biciclette elettriche saranno collocate in 20 punti della città, selezionati a seguito di analisi del traffico e caratterizzati dalla presenza di infrastrutture e punti di interesse, costituite pertanto da stazioni virtuali e contraddistinte da una specifica segnaletica verticale e orizzontale.

I veicoli saranno ricaricati con l’attività di sostituzione della batteria (battery swap) che sarà svolta con minivan elettrici del fornitore per ridurre impatto ambientale.

Le stazioni virtuali del bikesharing elettrico individuate sono situate nei pressi delle fermate delle autolinee e nella stazione ferroviaria, assicurando una copertura efficiente ed economica di primo e ultimo miglio e, si legge in delibera "il servizio sarà organizzato in modo tale da coprire il territorio per mezzo di una officina, che farà da punto di riferimento per l’area nella quale si opererà il sistema; l’ officina sarà posizionata in modo da rendere facilmente raggiungibili i luoghi di stazionamento dei veicoli e sarà inoltre dotata dello spazio necessario a ospitare le biciclette in fase di riparazione"

Sarà predisposto un piano di comunicazione e predisposta una serie di sconti per il trasporto pubblico locale.

Dove saranno le postazioni

Le venti stazioni saranno alla Stazione Ferroviaria; piazza Roma; piazza Lavezzeri; Ospedale; via de Gasperi; piazza Alfieri; via Grassi; largo Scapaccino; piazza De Andrè; piazza Leonardo Da Vinci; Piscina Comunale; corso Genova; via Sant'Evasio; piazza Nostra Signora di Lourdes; via Torchio; piazza I Maggio; via Atleti Azzurri; corso XV Aprile; piazzale Traghetto; Stadio.

I dettagli in allegato

Files:
 dettaglio bike (7.3 MB)

Betty Martinelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium