/ Attualità

Attualità | 12 febbraio 2024, 08:38

La rassegna "Di musica e parole" porta in dote un mixer digitale al "suonatorio" di Nizza Monferrato

Il nuovo strumento potrà abbattere i costi delle esibizioni dei ragazzi, spesso un ostacolo insormontabile per le performance

La rassegna "Di musica e parole" porta in dote un mixer digitale al "suonatorio" di Nizza Monferrato

Ecco il testo con le abbreviazioni espresse per esteso:

Sabato 10 febbraio, presso la sala stampa del Comune di Nizza Monferrato è avvenuta la conferenza sui risultati della rassegna musicale “Di musica parole e i suoi protagonisti”, che ha visto al Foro Boario un magico susseguirsi di concerti tra Ottobre 2023 e Gennaio 2024, sempre esauriti.

Una stagione di successo

Con la direzione artistica di Marcello Chiaraluce e l’interessamento diretto del Comune di Nizza Monferrato insieme all’Associazione culturale Giovani Arte Eventi – GAE di Acqui Terme, si sono succeduti sul palco i fratelli Graziani, Filippo e Tommy, Aldo Tagliapietra e la sua band, gli Animalucio alias Gianni Dall’Aglio, Massimo Luca e Bob Callero (la band storica di Lucio Battisti) e Aldo Ascolese con la Buona Novella di Fabrizio De André, con ospite il bassista originale del disco Giorgio “Fico” Piazza (ex Premiata Forneria Marconi).

Per sancire ancora di più un ponte ideale tra Nizza Monferrato e Acqui Terme e avvalorare la buona riuscita degli eventi, che sono stati in buona parte finanziati dalla generosa sponsorizzazione di Technology BSA e in parte grazie alla vendita diretta dei biglietti, gli enti organizzatori hanno individuato nel “Suonatorio dei Ragazzi” di Nizza Monferrato, un obiettivo comune a cui devolvere gli utili della rassegna.

Una donazione preziosa

Per questo motivo durante la conferenza stampa è stato donato da parte dell’Associazione GAE, un mixer digitale di ultima generazione ai ragazzi del Suonatorio, affinché possano avere un nuovo strumento per poter abbattere i costi delle loro esibizioni, che, come sappiamo, sono spesso un ostacolo alla realizzazione di eventi musicali e artistici con giovani protagonisti.

Il Suonatorio da due anni offre ai ragazzi di Nizza Monferrato, un luogo dove costruire un proprio repertorio, affinare l’abilità musicale, ma anche la capacità di fare gruppo e amicizia, poiché la musica è soprattutto unione e per questo motivo, l’Associazione GAE che ha attività simili nell’acquese, non poteva non contribuire in qualche modo a questa iniziativa. La speranza è che i giovani possano condividere palchi, esperienze e pubblici diversi costruendo sempre più contatti e occasioni sul territorio.

Alla conferenza erano presenti il sindaco Simone Nosenzo, Maurizio Martino, Ausilia Quaglia, Marcello Chiaraluce, Daniele Perazzo e Giovanni Giordano della GAE e Michela Daddio e il Maestro Giulio Rosa della Banda di Nizza Monferrato che gestiscono il progetto del Suonatorio.

Per l’occasione si è già vociferata la possibilità di una seconda edizione della rassegna, visto il forte richiamo di pubblico che ha dimostrato, non solo nicese, ma da tutto il nord Italia.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium