/ Sanità

Sanità | 14 aprile 2024, 14:44

Asti è al 76° posto nella classifica delle province italiane per donazioni di organi

Oggi la giornata nazionale: campagna di sensibilizzazione da parte dell'Asl

Edna Annalisa Biase, infermiere esperto del Coordinamento Ospedaliero per il Procurement di Organi e Tessuti (COP), il direttore generale dell’Asl AT, Francesco Arena, la dottoressa Silvia Perno, responsabile del Coordinamento Ospedaliero per il Procurement di Organi e Tessuti (COP), Roberta Broda, direttore del Presidio Ospedaliero Cardinal Massaia

Edna Annalisa Biase, infermiere esperto del Coordinamento Ospedaliero per il Procurement di Organi e Tessuti (COP), il direttore generale dell’Asl AT, Francesco Arena, la dottoressa Silvia Perno, responsabile del Coordinamento Ospedaliero per il Procurement di Organi e Tessuti (COP), Roberta Broda, direttore del Presidio Ospedaliero Cardinal Massaia

La donazione degli organi e dei tessuti, prima ancora che un dovere civile, è una scelta naturale e consapevole, capace di restituire un’opportunità di vita a chi è in attesa di ricevere un trapianto. In Italia i pazienti in lista d’attesa sono circa 8000, meno della metà di loro riceverà l’organo entro un anno.

In occasione della Giornata Nazionale per la Donazione di Organi e Tessuti che si celebra il 14 aprile, l’Asl AT ha allestito nella piazza del Cardinal Massaia un punto informativo illustrare le procedure di consenso e raccogliere le disponibilità dei cittadini.

Asti è al 76° posto tra le province italiane per indice di donazioni: nel corso del 2023 l’Asl AT ha ricevuto 35 donazioni di cornee, 5 donazioni di fegato, 4 donazioni di reni e 2 donazioni di cute. Dall’inizio dell’anno ad oggi, si registrano invece 8 donazioni di cornee, 1 donazione di fegato.

Per sensibilizzare la cittadinanza sul tema, il Coordinamento Ospedaliero per le donazioni, in collaborazione con le associazioni del settore - ADMO, AIDO, AVIS - ha organizzato incontri rivolti alla popolazione, anche attraverso un progetto specifico rivolto agli studenti delle scuole superiori.

Si può esprimere la volontà di donazione con quattro diverse modalità:

  • dichiarazione scritta (tesserino o testamento olografo) che il cittadino porta con sé fra i propri documenti
  • rivolgendosi all’Urp dell’Asl di Asti presso il Cardinal Massaia (piano zero)
  • rivolgendosi all’Anagrafe del proprio Comune al momento del rilascio/rinnovo del documento d’identità.
  • iscrivendosi all’AIDO

Le dichiarazioni a favore della donazione vengono registrate sul Sistema informativo trapianti (Sit), collegato alla Rete nazionale trapianti. 

Il Sit garantisce la trasparenza e la tracciabilità dei processi di donazione, prelievo e trapianto.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium