/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 21 aprile 2024, 07:33

Villanova d'Asti è parte degli eventi legati al prossimo Salone del libro di Torino. Arriva il giornalista Luca Bottura

L'autore di "Buonisti un cazzo" e "Manifesto del partito impopolare" presenterà "Meno male che Silvio c'era", domenica 12 maggio

Luca Bottura (pH. Niccolò Carranti)

Luca Bottura (pH. Niccolò Carranti)

Il giornalista Luca Bottura sarà a Villanova domenica 12 maggio alle 16 nella ex Confraternita della Ss. Annunziata per presentare il suo libro "Meno male che Silvio c'era" (Baldini e Castoldi).

Spiega il sindaco Roberto Peretti: "Siamo molto orgogliosi della sua presenza anche perché  il nostro Comune è parte degli eventi legati al Salone del libro di Torino".

L'autore racconterà in modo ironico e documentato, l'uomo Silvio e il politico, lasciando al lettore le scelte sulla verità

Il libro

Mentre noi ci baloccavamo sulle origini misteriose del patrimonio di Silvio Berlusconi, sui legami massonici, sugli stallieri di Cosa Nostra, sulle Olgettine, il Cavaliere esportava un modello a immagine e somiglianza sua e della sua azienda: il capitalismo muscolare. Là dove bilanci, politica, gnocca, democrazia, media appecoronati, vocazione autoritaria, blandizie, minacce, joie de vivre, joie di non pagare le tasse, convivono in un ecosistema meraviglioso nel quale i poveri votano, quando possono votare, per i ricchissimi. A maggior gloria del re. Sudditi felici che hanno sempre qualcun altro cui addossare il loro fallimento: migranti, comunisti, migranti comunisti. Fino a diventare migranti economici di loro stessi. Che mai giungeranno in porto ma, durante il viaggio, scalciano il tizio a fianco. Berlusconi è stato forse il politico più deriso al mondo, e questo libro non fa eccezione. Ma chi ne sfotteva le orribili barzellette, la coazione a mentire, i modi da parvenu brianzolo, chi si sentiva superiore per modernità, arguzia, cultura, alla fine è diventato come lui (qualcuno ricorda Sarkozy?) o ne ha avuto bisogno fino all’ultimo per rendere il format più trash (Meloni, Salvini). Dunque, vincente. Ché, in fondo, l’occasione fa l’uomo Silvio. Ma siccome di troppa saliva si può morire, anche dopo morti, eccomi. A raccontare l’uomo che più ha portato l’Italia nel mondo dopo Leonardo da Vinci e Al Capone. Scelga il lettore in che percentuale, a patto di ammettere una fattuale verità: Silvio era, è stato e sarà eterno e inestinguibile. Luca Bottura

L'autore

Luca Bottura (Bologna, 1967) è un giornalista, scrittore, conduttore radiofonico e autore televisivo. Cura per il Corriere della Sera la rubrica satirica settimanale a tema sportivo Makaroni e per Sette una rubrica di critica musicale a taglio satirico. Ha lavorato per L’Unità e per Cuore, settimanale di cui è stato redattore dal 1992 al 1995, sotto la direzione di Michele Serra. Dal 2022 collabora con La Stampa con la rubrica quotidiana Minimum Pax e la doppia pagina satirica della domenica Il Giornalone. Tra i suoi ultimi libri Buonisti un cazzo (2020) e Manifesto del partito impopolare (2021).

Il Salone Off a Villanova inizia già il 3 maggio con Elena Biondo e "Soli fra le stelle" e Valeria Bianchi Mian con "Le signore dei giochi".

Betty Martinelli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium