/ Politica

Politica | 18 giugno 2024, 17:11

Carceri: Gadda (Iv): 'Da ministero Giustizia desolante silenzio'

«Il governo intende fare qualcosa rispetto all'escalation di suicidi in carcere? Numeri intollerabili che testimoniano una strage senza fine che si consuma negli istituti di pena italiani». Lo scrive su Facebook la deputata varesina, vice-presidente del gruppo di Italia Viva alla Camera

Carceri: Gadda (Iv): 'Da ministero Giustizia desolante silenzio'

"Il governo intende fare qualcosa rispetto all'escalation di suicidi in carcere? Quattro morti in 24 ore, tra venerdì e sabato scorsi nei penitenziari italiani, 44 morti dall'inizio del 2024. Sono numeri intollerabili che testimoniano una strage senza fine che si consuma negli istituti di pena italiani". Lo scrive su Facebook Maria Chiara Gadda, vice-presidente del gruppo di Italia Viva alla Camera.

"I morti in carcere, rispetto allo stesso periodo dell'anno passato sono già 16 in più. Drammatici anche i numeri del sovraffollamento carcerario con 61.547 detenuti, a fronte di una capienza 47.067 posti disponibili.

Gli agenti della polizia penitenziari sono costantemente insufficienti. Mancano 18 mila agenti e tra quelli in servizio molti si trovano a dover fronteggiare e gestire la cura di detenuti con problemi di salute mentale e dipendenze.

Gli 881 poliziotti feriti in servizio, in questo scorcio del 2024, sono una testimonianza inequivocabile e un effetto chiaro della micidiale combinazione del sovraffollamento carcerario e delle carenze di organico dei baschi azzurri. In questo quadro allarmante registriamo il desolante e colpevole silenzio del governo e in particolare del Ministero della Giustizia davanti a una strage di Stato dalle proporzioni sempre più allarmanti", conclude.


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium