/ Politica

Politica | 17 dicembre 2019, 13:55

Cirio: "Entro fine 2019 l'autonomia differenziata, Piemonte ha fatto l'Italia e non vuole disfarla" [VIDEO]

"Potremo dire che abbiamo recuperato il tempo di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, che era il primo dei nostri impegni elettorali quando ci siamo candidati"

Cirio: "Entro fine 2019 l'autonomia differenziata, Piemonte ha fatto l'Italia e non vuole disfarla" [VIDEO]

Entro fine anno regaleremo ai piemontesi la delibera sulla autonomia. Potremo dire che abbiamo recuperato il tempo di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, che era il primo dei nostri impegni elettorali quando ci siamo candidati”. Così Presidente della Regione Alberto Cirio commenta l’inizio della “maratona” del Consiglio Regionale, che prenderà il via oggi e porterà nei prossimi giorni all’approvazione dell’autonomia differenziata. Un primo step, a cui seguirà un confronto con il governo per aumentare le competenze e le relative risorse della Regione.

Abbiamo recuperato -ha spiegato il governatore - un anno e mezzo di tempo perché abbiamo ereditato una posizione “timida”, ma che abbiamo voluto mantenere. Non siamo partiti dal nulla, ma dalla delibera che c'era: l'abbiamo arricchita ed implementata di quegli elementi, soprattutto concernenti il commercio estero, l'innovazione e la scuola”.

Adesso si incardina -ha aggiunto Cirio - la trattativa con Roma: siamo lì con Veneto, Lombardia ed Emilia a decidere del futuro del Piemonte, non in attuazione di un manifesto propagandistico di tipo politico o partitico, ma della Costituzione Italiana. Questo lo voglio sempre rimarcare".

"Come ho detto a Mattarella, con grande orgoglio, il Piemonte ha fatto l'Italia e non abbiamo nessuna intenzione di disfarla. Non vogliamo neanche tradire quella eredità dei Santi sociali e della solidarietà in salsa piemontese, che ci rende gloriosi in tutta Italia nel mondo, e che vogliamo continuare ad avere. Per essere solidali però bisogna stare bene l'autonomia aiuterà il Piemonte a stare bene” ha concluso il Presidente.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium