/ Politica

Politica | 29 febbraio 2020, 11:46

Contributi ai nomadi che lasceranno il campo di via Guerra. M5S Asti: "La Giunta ritiri subito quella delibera"

"In campagna elettorale hanno vinto promettendo di smantellare i campi nomadi. La Giunta destini quei soldi ad azioni più utili per gli astigiani"

Giorgio Spata (a sinistra) e Massimo Cerruti (capogruppo), due dei 4 consiglieri comunali M5S. Gli altri due sono Davide Giargia e Martina Veneto

Giorgio Spata (a sinistra) e Massimo Cerruti (capogruppo), due dei 4 consiglieri comunali M5S. Gli altri due sono Davide Giargia e Martina Veneto

Non si placa la polemica sulla decisione dell'Amministrazione Comunale di assegnare contributi economici fino a 6mila euro ai nomadi che lasceranno il campo di via Guerra.

Sul piede di guerra il Movimento 5 Stelle di Asti, guidato da Massimo Cerruti: "In campagna elettorale hanno vinto promettendo di smantellare i campi nomadi e poi cosa hanno fatto? La Giunta prenda atto del suo ennesimo fallimento e ritiri subito la delibera, destinando quei soldi ad azioni più utili per i cittadini astigiani".

Tra le proposte del Movimento, ad esempio, quella di destinare i fondi in questione "a un presidio fisso (previsto nel programma), che verifichi la regolarità dei mezzi in entrata e in uscita dal campo, o l'utilizzo di tecnologie per verificare costantemente lo stato di cose".

L'esposto in Procura: archiviazione e opposizione

Per questi motivi il Movimento 5 Stelle di Asti ha presentato un esposto in Procura, in allegato nell'articolo.

In seguito all'esposto, le indagini sono state in un primo momento affidate alla Polizia Municipale, poi è stata chiesta l'archiviazione. Il Movimento 5 Stelle ha quindi presentato un'opposizione ed è in attesa dell'udienza, rinviata per una serie di problemi burocratici.

Elisabetta Testa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium