/ Attualità

Attualità | 07 aprile 2020, 18:00

Da una startup piemontese arriva il suporto psicologico online per gli italiani all'estero

Si chiama "Transiti" e dal 2018 si occupa di garantire un servizio di supporto psicologico online. Transiti è anche partner di una sperimentazione all’interno del progetto di telemedicina dell’Asl Roma 6

Da una startup piemontese arriva il suporto psicologico online per gli italiani all'estero

Nel suo ultimo discorso il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è rivolto ai nostri connazionali all’estero e a chi, in questo difficile momento, li sta assistendo.
Quello che stiamo vivendo, anche a causa di un eccesso di informazione e di fakenews in circolazione, è un momento di grande incertezza. Secondo alcuni studi condotti dall’Università di Medicina di Hong Kong e dall’Imperial College di Londra si arriverà a contenere l’epidemia, ma nel prossimo futuro sarà possibile una re-introduzione di misure restrittive qualora i casi di contagio dovessero ricominciare a salire, come sta accadendo proprio a Hong Kong in questi giorni. Sono e saranno molti i costi sociali, economici e psicologici di questa quarantena, di questo distanziamento e chiusura necessari.

Supporto psicologico

È proprio su questi temi e focalizzandosi in particolare sugli italiani residenti all’estero (i cosiddetti expat) e alle loro famiglie che Transiti, start up piemontese, da marzo 2018 dedica un servizio di supporto psicologico online.

Richieste di aiuto da ogni parte del mondo

In questi giorni giungono agli psicologi di Transiti richieste da ogni parte del mondo. Alcuni connazionali partiti per un’esperienza sono disorientati dall’isolamento in un luogo lontano dalla loro casa in cui vigono regole di gestione della quarantena e sistemi sanitari differenti, altri hanno perso il lavoro, c’è chi è preoccupato per familiari in Italia che si sono ammalati: si trovano in un limbo in cui è difficile pensare, sperimentano angoscia e sintomi depressivi. Per questo Transiti, ha scelto di compiere un atto di solidarietà sociale offrendo tre colloqui gratuiti con i suoi psicologi e psicoterapeuti per tutti gli italiani all’estero che hanno bisogno di un supporto. Per attivarli sarà necessario registrarsi sul sito www.transiti.net e utilizzare il codice convezione specifico IOSTOCONTE che permette di iscriversi alla sezione riservata.
 
Le caratteristiche fondamentali del servizio: ricerca scientifica sull’efficacia della psicoterapia online e sulle tematiche d’espatrio; psicoterapia in lingua madre; il luogo sicuro e dedicato (la D-stanza) costruito apposta e SOLO per svolgere colloqui psicologici; la formazione sul nuovo paradigma della psicologia online e la supervisione costante del gruppo di lavoro, risultano in questa situazione emergenziale determinanti nel poter accogliere con efficacia e professionalità il dolore psichico. Lo psicologo online non si improvvisa: il colloquio psicologico online è un nuovo paradigma in cui è fondamentale un a formazione multidisciplinare per saper leggere le dinamiche che si strutturano, è un grossolano errore pensarlo come mera trasposizione del colloquio vis a vis. Gli psicologi che lavorano con noi si sono formati intensivamente per sei mesi prima di iniziare a lavorare online e continuano in un processo di formazione permanente. È inoltre fondamentale proteggere il setting adottando una tecnologia adeguata strutturata appositamente per un colloquio terapeutico. Per questo è nata la D-stanza” dichiara Anna Pisterzi, CEO di Transiti.

Il gruppo

Il gruppo di terapeuti di Transiti è formato da quindici psicologi e psicoterapeuti selezionati (tutti professionisti laureati e iscritti all’Ordine), con una formazione specifica e approfondita alle dinamiche di espatrio, alle problematiche di chi vive all’estero e all’approccio digitale della psicologia. Attualmente Transiti si avvale anche di un comitato tecnico scientifico multidisciplinare formato da studiosi quali il direttore del dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino Alessandro Zennaro e il prof. Salvatore Gullo dell’Università di Palermo - entrambi esperti nella ricerca sull’efficacia della psicoterapia – la prof.ssa Roberta Ricucci, sociologa delle migrazioni, e la prof.ssa Francesca Prandstraller che insegna risorse umane internazionali in Bocconi.

Sperimentazione

Transiti è partner di una sperimentazione all’interno del progetto di telemedicina dell’Asl Roma 6 che ha preso il via a inizio ottobre per la validazione scientifica di un modello di psicoterapia breve online, in collaborazione con l’Università degli Studi di Palermo e l’Università degli Studi di Torino. Lo studio permette di validare un modello di intervento efficace, tempestivo e capillare nel contrasto di ansia e depressione in sedici sedute online secondo un modello sviluppato manualizzato dal Anna Freud Institute e adottato dal sistema sanitario pubblico Britannico. Anna Pisterzi, Ceo di Transiti, è Docente di Psicologia e nuove Tecnologie all’interno del corso di Laurea Magistrale di Psicologia clinica e di Comunità dell’Università degli studi di Torino. Oltre alle tematiche di psicoterapia online e espatrio si occupa delle componenti psicologiche legate allo Smart working alla Didattica digitale e agli aspetti delle nuove traumaticità da reati in rete.
 
Transiti si rivolge a studentiaziendeenti pubblici e privati, a chi lavora nel terzo settore cercando di tutelare la salute emotiva e mettere l’espatriato in condizioni di vivere al meglio un’esperienza stimolante e impegnativa. 
 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium