/ Politica

Politica | 27 maggio 2020, 09:23

Riparti Piemonte, tempi contingentati in Aula. Entro questa sera si dovrebbe arrivare all'approvazione del provvedimento

Via libera ad una modifica per l'istituzione di un fondo di garanzia per l'anticipo della cassa integrazione

Riparti Piemonte, tempi contingentati in Aula. Entro questa sera si dovrebbe arrivare all'approvazione del provvedimento

Contingentamento dei tempi per la discussione del Riparti Piemonte: la richiesta è stata formulata dalla Giunta regionale, per arrivare entro questa sera all'approvazione del provvedimento, anche alla luce degli oltre 130 emendamenti da discutere.

Durante i lavori di ieri pomeriggio, presieduti da Stefano Allasia, dopo la riunione dei capigruppo e la riunione della I Commissione, sono stati approvati 11 articoli e un emendamento di Giunta.
La Commissione del mattino è stata richiesta in seguito alle critiche dell’opposizione sulle modalità con cui sono stati presentati alcuni emendamenti al testo di legge. Approvato a maggioranza un emendamento dell’assessore al Bilancio Andrea Tronzano che allarga la platea dei codici Ateco destinatari dei bonus, grazie a 15 milioni di economie di Finpiemonte.

Via libera anche a una modifica del capogruppo Fdi Paolo Bongioanni, per l'istituzione di un fondo di garanzia di 5 milioni per anticipare la cassa integrazione ai lavoratori dipendenti in condizioni di disagio economico. L’assessore alla Cultura Vittoria Poggio ha inoltre proposto di creare un fondo Covid di 3 milioni di euro per sostenere la sopravvivenza e la ripartenza del comparto culturale e del suo indotto.
In chiusura del Consiglio del pomeriggio sono arrivate proteste da parte delle opposizioni per la presentazione di nuovi emendamenti sui codici Ateco dopo la richiesta di contingentamento.
La seduta di domani sarà preceduta da una nuova riunione dei capigruppo per concordare l’andamento dei lavori.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium