/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 10 agosto 2020, 20:51

Viglia di Ferragosto in Cattedrale per il concerto di un virtuoso dell’Organo

Si esibirà Alessandro Bianchi, uno dei più affermati concertisti italiani sulla scena internazionale

Alessandro Bianchi

Alessandro Bianchi

Venerdì 14 agosto, con inizio alle 21, si svolgerà presso la Cattedrale di Asti il secondo appuntamento della undicesima edizione di “Notte d’organo”, festival organistico internazionale della Cattedrale di Asti, organizzato dall’Istituto Diocesano Liturgico Musicale di Asti con la direzione artistica di Daniele Ferretti. Nell'occasione, si esibirà Alessandro Bianchi con musiche di Frescobaldi, Galuppi, J. S. Bach, Liszt, Corrette, e padre Davide da Bergamo.

La rassegna, che gode del patrocinio del Comune di Asti, è nata da un’idea del parroco don Paolo Carrer e intende valorizzare gli organi storici del Duomo, creare una sorta di cornice alla solennità liturgica dell’Assunzione della Beata Vergine Maria, e offrire un’occasione per una visita serale della splendida chiesa. Nello svolgimento dei concerti saranno adottate tutte le misure previste dalle normative finalizzate al contenimento della diffusone del COVID-19: sarà richiesto, pertanto, il corretto utilizzo delle mascherine e il rispetto delle distanze interpersonali.

BIOGRAFIA DI ALESSANDRO BIANCHI

Con oltre duemiladuecento concerti tenuti in 50 paesi nei cinque continenti, partecipando a innumerevoli Festival Organistici Internazionali nelle più grandi e importanti Cattedrali e Sale da Concerto di tutto il mondo, Alessandro Bianchi è uno dei più affermati concertisti italiani sulla scena internazionale.

Ha compiuto gli studi in Organo e Composizione Organistica al Conservatorio di Piacenza frequentando poi Masterclassess con Arturo Sacchetti e Nicholas Danby. E’ Direttore Artistico dell’Associazione Musicale “Amici dell’organo di Cantù” e organista della chiesa di St. Edward’s the Confessor a Lugano.

Ha eseguito in prima assoluta diverse opere per organo a lui dedicate da compositori italiani e stranieri e pubblicato articoli di carattere organologico. Ha tenuto seminari e conferenze sulla musica italiana in Italia, Germania, Inghilterra, Spagna, Repubblica Ceca, Singapore, USA e Messico ed è stato membro di giuria in concorsi organistici e corali.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium