/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 26 settembre 2020, 17:48

#ProudtobeNizza, la prima edizione di Nizza è, racconta l'orgoglio del suo territorio

Da venerdì 2 ottobre a domenica 4 iniziative e progetti con il 'principe' del territorio. Sei banchi di assaggio divisi in base alle sei aree di produzione

#ProudtobeNizza, la prima edizione di Nizza è, racconta l'orgoglio del suo territorio

#ProudtobeNizza.

Un hastag che vorrà diventare di tendenza per il futuro della manifestazione Nizza è che nel prossimo week end terrà banco alla Signora in Rosso di Nizza Monferrato.

Una conferenza stampa interamente dedicata questa mattina per raccontare l'orgoglio di un territorio che propone, dopo aver annullato a maggio Nizza è Barbera, l'anno zero di Il Nizza è, prodotto principe del territorio, un progetto che trae origine già da una ventina di anni e che adesso è ora di proporre al grande mercato.

Il sindaco Simone Nosenzo lo ha ribadito: "Lavoreremo sul nostro prodotto principe, che sarà sempre più promosso grazie all'Ais, siamo stati bravi a elevare il profilo qualitativo delle nostre iniziative".

Mauro Damerio presidente dell' Enoteca regionale di Nizza, parla di coraggio: "È la prima edizione, le risorse sono poche e il covid ha limitato molto. Ma noi abbiamo voluto creare un nuovo evento che approfondisse il potenziale di questo grande vino. Ci saranno 6 banchi di assaggio divisi in base alle sei aree principali della zona di produzione del Nizza"

Da venerdì 2 a domenica 4 ottobre, quindi i partecipanti avranno diverse proposte tra cui scegliere: sarà possibile visitare gli spazi dell’Enoteca Regionale di Nizza, partecipare a visite guidate nelle sale di Palazzo del Gusto per conoscere il patrimonio gastronomico del territorio e degustare una selezione di vini Nizza DOCG delle cantine dell’Associazione Produttori del Nizza aderenti all’iniziativa.

Inoltre, a conclusione delle giornate di venerdì e sabato il ristorante interno dell’Enoteca Regionale - “La Signora in Rosso” - organizzerà due cene tematiche rispettivamente “Terroir e Tradizione” e “Terroir e Innovazione” che renderanno protagonisti i prodotti gastronomici locali in abbinamento ai vini Nizza DOCG. Domenica sera invece sarà organizzato un “aperitivo speciale” con abbinamenti ad una selezione di prodotti tipici della filiera corta “T’Amo” alla presenza dei produttori del Nizza DOCG.

Gianni Bertolino presidente associazione produttori del Nizza ha spiegato che ottobre è il m omento giusto per celebrare questo vino, mentre Marco Lovisolo, assessore Turismo e Manifestazioni anche a nome di Domenico Perfumo (Agricoltura), racconta l'orgoglio di un prodotto che, come il suo territorio è coraggioso e innovativo: "A maggio raccontavamo che Nizza è Barbera non si sarebbe potuta svolgere, con grande coraggio e spirito di innovazione, nel rispetto della sicurezza si è messo in piedi un evento di tutto rispetto. Si va dall’arte fino ad arrivare al prodotto di punta del nostro territorio, ormai affermato sulle tavole, sono 20 anni che si lavora al progetto Nizza. Non è il Barolo della nostra zona ma è il Nizza un prodotto che ha sempre più estimatori. Gli abitanti saranno i migliori alfieri e finalmente si unisce il lunedì per i ristoratori, è il momento di mettere in tavola vini strutturati".

Per partecipare alle diverse iniziative (in allegato) è necessaria la prenotazione.

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium