/ Attualità

Attualità | 30 ottobre 2020, 21:04

Covid-19, ad Asti preoccupazione per medici ed infermieri del Cardinal Massaia che si stanno ammalando. Rasero: "Siamo vicini ai numeri di aprile" [VIDEO]

Nella sua diretta Facebook il sindaco ha reso note alcune informazioni sanitarie, oggi all'ospedale di Asti, ricoverati 125 nuovi positivi

Covid-19, ad Asti preoccupazione per medici ed infermieri del Cardinal Massaia che si stanno ammalando. Rasero: "Siamo vicini ai numeri di aprile" [VIDEO]

Nel giro di una settimana, si rischia di arrivare alla saturazione dei posti in ospedale.

A comunicarlo questa sera il sindaco di Asti, Maurizio Rasero con una diretta Facebook. "Dato l'andamento e domani ci saranno alcuni incontri, si immagina che per metà novembre il Piemonte possa arrivare a 5000 positivi al giorno".

"Le Regioni hanno a disposizione i Comitati tecnico scientifici, strumenti che i sindaci non hanno. La Regione potrà suddividere in diversi colori le zone e dare ai sindaci possibilità di azione. Ad Asti non ci tireremo indietro", ha spiegato.

La situazione del Cardinal Massaia

"Non ci sono molti casi in terapia intensiva ma salgono in modo allarmante i ricoveri. Oggi sono state ricoverate 125 persone positive, ad aprile il massimo è stato 209. Più l'ospedale si covidizza meno risposte alle altre patologie riesce a dare.Si stanno preparando altri 45 posti. Si sale di 10 ricoverati al giorno".

"Temo - ha detto il sindaco - che se questo è l'andazzo rivedremo presto quel 209".

Il commissario Asl ha comunicato al sindaco che si stanno ammalando medici e infermieri. La Asl è l'unica in Piemonte che triplicherà i numeri di tamponi, "si sta facendo un grande sforzo - ha detto Rasero.

In arrivo la tensostruttura, ma manca personale

Si stanno preparando le tende in tutti gli ospedali del Piemonte per far fronte alle emergenze Covid, ad Asti però non serviranno per ricoveri in quanto manca personale, sarà utilizzata per l'osservazione e i tamponi.

In questo momento sono funzionanti due Pronto Soccorso, uno Covid e uno "pulito".

"Dobbiamo stare uniti e cercare di capire dove si sia sbagliato eventualmente, oggi si è più strutturati ma i numeri stanno salendo.

In provincia di Asti la percentuale di positivi è dell'1,65%. I positivi in città sono 500.

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium