/ Attualità

Attualità | 03 marzo 2022, 11:00

Ieri sera in Cattedrale, ad Asti, momento di digiuno e riflessione "per continuare a dire no alla guerra e sì alla pace” [FOTO]

"Questa quaresima - ha detto il vescovo Prastaro - è iniziata nel segno della tristezza e dell’inquietudine"

MerfePhoto

MerfePhoto

Ieri sera in Cattedrale, ad Asti, giorno delle Ceneri, si è tenuto un momento di riflessione “per continuare a dire no alla guerra e sì alla pace” rispondendo all’appello di papa Francesco.

Il vescovo Marco Prastaro con il vescovo emerito Francesco Ravinale ha presieduto la concelebrazione con il rito di benedizione e imposizione delle ceneri.

"Questa quaresima - ha detto il vescovo - è iniziata nel segno della tristezza e dell’inquietudine. Ci sembrava ormai di poter uscire dalle preoccupazioni della pandemia e poter riprendere a vivere, ma indesiderate sono arrivate dall’Ucraina le immagini della guerra. Il nostro cuore è stato invaso dallo smarrimento e dall’angoscia per i morti, per le sofferenze di tutti i feriti, per il lamento doloroso dei profughi, dei senza tetto, di coloro che vivono nell’angoscia dei bombardamenti. Vediamo vittime innocenti di una guerra che non comprendiamo e non vogliamo. Avevamo anche pregato tanto per la pace, eppure è arrivata la guerra: il Signore si è forse girato dall’altra parte?"

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium