/ Attualità

Attualità | 23 maggio 2022, 07:30

Asti e Cuneo 'sotto media' per costo delle coperture RC auto

Statisticamente, gli automobilisti delle due province pagano 300,4 euro a fronte di una media che nel Nord Ovest si attesta a 350 euro

Immagine generica d'archivio

Immagine generica d'archivio

In Italia mediamente si spendono 360 euro per la garanzia RC auto. Gli ultimi dati sono stati rilevati dall'Ivass, l'autorità di vigilanza delle compagnie assicurative.

Nello specifico il 50% degli assicurati paga annualmente meno di 323 euro, il 90% meno di 570 euro e solo il 10% meno di 189 euro. L'Ivass aggiunge che il prezzo medio si è ridotto del 5% su base annua e del 24,2% rispetto al quarto trimestre del 2014.

Solo sei imprese hanno praticato prezzi in aumento rispetto all’anno precedente, in controtendenza con la quasi totalità del mercato (32 imprese), in un intervallo compreso tra il +0,5 e il +5,5%.

ASTI E CUNEO TRA LE PROVINCE PIU' 'ECONOMICHE' DEL NORD OVEST

Per quanto riguarda il Nord Ovest, ecco i prezzi medi dell'assicurazione Rc per provincia: Genova 406,2 euro, Torino 379,4, Imperia 350, Savona 337,1, Alessandria 313,1, Asti e Cuneo 300,4, Verbania 297,5, Novara 295,5, Vercelli 287,6, Biella 285,1 Aosta 284,9.

In quest'ultima provincia le polizze di Rc sottoscritte dall'inizio di ottobre alla fine di dicembre dell'anno scorso sono state 5.133, mentre sono state 164.942 in Piemonte (prezzo medio di 339,7 euro) e 49.234 in Liguria (380,4 euro).

LE PROVINCE ITALIANE PIU' CARE (E QUELLE PIU' ECONOMICHE)

In ambito nazionale i prezzi risultano ancora fortemente eterogenei tra le province. Gli assicurati di Napoli pagano per la garanzia Rc il prezzo medio più alto (544 euro), seguiti da quelli di Prato (511 euro) e Caserta (485 euro).

Pordenone (277 euro), Oristano (272 euro) ed Enna (258 euro) sono le province con i premi più contenuti, inferiori al valore mediano nazionale. Le province interessate dalle più ampie riduzioni di prezzo su base annuale sono: Vibo Valentia (-8,9 per cento), Reggio di Calabria e Roma (-8,2 per cento), Crotone (-8,0 per cento), Catania (-7,7 per cento). Il premio medio si riduce in misura inferiore al -2 per cento solo a Imperia (-1,5 per cento) e Bolzano (-1,1 per cento).

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium