/ Eventi

Eventi | 16 giugno 2023, 15:29

La Mille Miglia ha aperto il fine settimana 'in rosso' di Asti [GALLERIA FOTOGRAFICA E VIDEO]

Gli astigiani (e non solo) hanno 'risposto' con entusiasmo al ritorno in città, dopo ben 75 anni, della storica manifestazione

Galleria fotografica a cura di Efrem Zanchettin e Alessandro Franco

Galleria fotografica a cura di Efrem Zanchettin e Alessandro Franco

Come da programma, è spettato alla “Mille Miglia” aprire il fine settimana ‘in rosso’ che, come vi abbiamo documentato qui, caratterizzerà la città di Asti.

Una lunga giornata motoristica che si è aperta in mattinata con il ‘Ferrari Tribute’ che ha visto piazza Cattedrale ulteriormente impreziosita dai rombanti bolidi di Maranello e proseguita con la ‘bollinatura’ delle auto storiche che stanno tuttora (il termine è previsto intorno alle 18.30) transitando nelle vie del centro città con partenza da piazza Roma.

Man mano che escono da Asti, le auto partecipanti si sottoporranno alla prova cronometrata “Monferrato”, ovvero il percorso di 2,7 km, ripetuto più volte, che si snoda da località Poggio del comune di Asti arrivando in frazione San Desiderio, nel comune di Calliano Monferrato.

LE DIRETTE FACEBOOK

LA MOSTRA A PALAZZO MAZZETTI

Ma non è finita qui, perché gli appassionati dei motori possono anche prendere visione dei disegni, a colori e in bianco e nero, firmati dal firmati dal progettista e designer di fama internazionale Aldo Brovarone, stilista, tra l’altro, della Maserati A6G CS del 1953 e della Ferrari 375 America Speciale del 1955, ospitati nell’ambito di una mostra, inaugurata lunedì (CLICCA QUI per rileggere l’articolo) in programma fino al 2 luglio a Palazzo Mazzetti.

Sempre nei saloni dello storico palazzo di corso Alfieri, sono esposte anche una Fiat Topolino del 1940 (realizzazione d’epoca rielaborata nel 1948) e le fotografie di Enzo Isaia che collabora con le più grandi riviste internazionali del settore automobilistico, con il mondo dell’arte e della moda.

I COMMENTI ALL'EVENTO 

La buona riuscita della manifestazione ha naturalmente destato la comprensibile soddisfazione dell’Amministrazione, che l’ha fortemente voluta.

“Erano 75 anni che non si vedeva questo passaggio importante – ha affermato il sindaco di Asti, Maurizio Rasero – E’ da stamattina che c’è molta curiosità, anche di persone arrivate da fuori Asti. Abbiamo avuto la fortuna di ospitare 100 Ferrari storiche e ora queste splendide auto che hanno 80-90 anni e ci rimandano alla storia dell’automobile. E’ un grande traguardo per il territorio e per quanti hanno lavorato per portare qui questo grande evento che non è solo una storica corsa automobilistica ma una vera festa di popolo”

“Se il buongiorno si vede dal mattino – ha dichiarato ai nostri microfoni, a margine del ‘Ferrari Tribute’ l’assessore alle Manifestazioni Riccardo Origlia, già la prima parte della manifestazione dedicata alla Ferrari è una cartina tornasole importante. La città è piena di gente e abbiamo uno spettacolo motoristico unico, in un contesto storico straordinario”.

Concorde anche l’assessore al Commercio Mario Bovino: “E’ una giornata storica: siamo riusciti a portare questo evento dopo 75 anni e ne siamo molto contenti. E’ un grande evento, che si somma ad altri in programma in questo periodo, e solo con i grandi eventi la nostra città potrà crescere”.

Gabriele Massaro

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium