/ Attualità

Attualità | 24 novembre 2023, 19:28

Una giornata per ricordare Carlo Sottile e le sue battaglie per la casa a un anno dalla sua scomparsa

Domenica 3 dicembre dalle 15 la sede del Coordinamento Asti Est sarà aperta per "ricordare il grande cuore di Carlo che lì ha speso molto del suo tempo"

Una giornata per ricordare Carlo Sottile e le sue battaglie per la casa a un anno dalla sua scomparsa

Tra pochi giorni sarà passato un anno dalla scomparsa di Carlo Sottile e il coordinamento Asti Est vuole ricordare il "padre" di tante battaglie che, proprio in sede ha speso gran parte del suo tempo  e il suo cuore per il diritto alla casa.

L'appuntamento sarà per domenica 3 dicembre, a partire dalle 15, in via Monti 60 (quartiere Praia) con la sede aperta per tutto il pomeriggio a quanti vorranno passare. E’ la sede del movimento per il diritto all’abitare fondato da Carlo, e in cui lui ha messo tanto del suo tempo e del suo grande cuore.

"Ci troveremo per commemorare Carlo? No, non è quello che lui avrebbe voluto. Piuttosto per riprendere in mano il suo insegnamento e la sua lotta", spiegano i rappresentanti del Coordinamento.

"In questo anno senza Carlo sono successe parecchie cose, ne nominiamo alcune"- ricordano.

· è stata sgomberata in modo plateale la palazzina occupata di Corso Casale, sbattendo la gente per strada;

· è iniziata la lenta azione di sgombero della palazzina occupata di Corso Volta, altre famiglie in pericolo;

· è stato abolito il Reddito di Cittadinanza per rendere più ricattabili i poveri;

· è stato proposto dal governo un pacchetto di misure di ‘sicurezza’ che criminalizzano la povertà, a partire dall’aumento abnorme degli anni di carcere ( da 2 a 7 anni!) per il reato di occupazione di casa, e aumenti di pena per le rivolte dei migranti nei Cpr,  e ancora parecchio altro ma sempre nel segno del ‘delitto di povertà’, mentre ovviamente con i reati dei colletti bianchi si usano i guanti di velluto.... Forti con i deboli e deboli con i forti.

"La passione e la generosità di Carlo sono più che mai vive e necessarie, ricordano, invitando a un  pomeriggio di discussione, un pomeriggio di musica con gli amici di “Grattagatto” e le loro belle canzoni, a partire dalla splendida ‘Primavalle’ dove si narra lo sgombero di una casa occupata. Un pomeriggio di brindisi, di lacrime e sorrisi, e anche di convivialità".

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium