/ Agricoltura

Agricoltura | 13 maggio 2024, 13:30

Alla scoperta di Albugnano Doc e Terre Alfieri Docg, gioielli enologici piemontesi

Denominazioni che, insieme a altre 11, rientrano tra quelle tutelate dal Consorzio Barbera d'Asti e Vini del Monferrato

Un vigneto di Terre Alfieri

Un vigneto di Terre Alfieri

Il Consorzio Barbera d'Asti e Vini del Monferrato è il cuore pulsante di una terra proclamata Patrimonio dell'Umanità Unesco, rappresentando un punto di riferimento imprescindibile per una catena produttiva vinicola che esprime, tramite i suoi prodotti, la storia e il valore di un territorio senza pari. Il Consorzio ad oggi protegge e promuove 13 prestigiose denominazioni (4 Docg e 9 Doc). Tra queste l’Albugnano Doc e il Terre Alfieri Docg rappresentano due gemme enologiche indiscusse di questo territorio.

Queste due denominazioni sono il frutto di una perfetta alchimia tra varietà di uva selezionate, terroir unici e la sapienza di generazioni di viticoltori. Due vini che, pur nascendo da terreni e clima simili, svelano personalità distinte, raccontando storie di passione, dedizione e innovazione.

Albugnano Doc

Alla periferia dell'antico Marchesato del Monferrato, in una zona di colline dove l'area astigiana si estende fino ai confini della provincia di Torino, si è formata l'Associazione Albugnano 549 con l'obiettivo di rafforzare e valorizzare le peculiarità enologiche, storiche, culturali e naturalistiche della regione. Il 5 aprile 2017, grazie all'impulso di nove viticoltori del comune di Albugnano, situato a un'altitudine di 549 metri, è stata infatti fondata l'Associazione Albugnano 549, che oggi conta 15 produttori nei quattro comuni della Doc (Albugnano, Pino d'Asti, Castelnuovo Don Bosco e Passerano Marmorito). Il Nebbiolo, vitigno capace di differenziarsi qui rispetto ad altre denominazioni, beneficia dell'altitudine superiore, risultando equilibrato, con tannini vigorosi e un corpo ben bilanciato. Il lungo affinamento in botte e in bottiglia permette all'Albugnano Doc di sviluppare un bouquet che va dalle note di ciliegia sotto spirito, a sensazioni eteree e note di tabacco. Servito a 18°C in un bicchiere ampio si abbina alla cucina piemontese, esaltando piatti come la pasta fresca con sughi di carne, carni rosse, selvaggina, formaggi stagionati e tartufo.

Terre Alfieri Docg

La denominazione Terre Alfieri rappresenta un'eccellenza enologica rinomata, il cui prestigio è stato riconosciuto con l'assegnazione della denominazione di origine controllata (DOC) nel 2009, seguita dalla denominazione di origine controllata e garantita (DOCG) nel 2020. La denominazione Terre Alfieri abbraccia due varietà distintive: il Terre Alfieri docg Nebbiolo e il Terre Alfieri docg Arneis. Entrambi i vini incarnano l'essenza delle colline piemontesi, coltivate su suoli caratterizzati da una combinazione di argilla, calcare e sabbia, che conferiscono loro peculiarità organolettiche uniche.

Il Terre Alfieri docg Nebbiolo si distingue per la sua complessità e raffinatezza. Di colore che varia dal rosso rubino al granato, offre un bouquet aromatico che spazia dai frutti di bosco alle note floreali e speziate. La leggera vena tannica e la buona persistenza gustativa conferiscono al vino una struttura elegante, adatta ad essere apprezzata anche nelle varianti Superiore e Riserva.

Il Terre Alfieri docg Arneis, invece, si contraddistingue per la sua finezza e freschezza. Caratterizzato da un profumo peculiare e intensamente fruttato, questo vino bianco si distingue per la sua personalità distintiva e il corpo ben definito.

Dal punto di vista gastronomico, il Terre Alfieri DOCG Arneis si sposa splendidamente con antipasti leggeri, carni di vitello, formaggi freschi e piatti a base di pesce, mentre il Terre Alfieri DOCG Nebbiolo trova la sua migliore espressione accanto a piatti di carne, selvaggina e formaggi stagionati.

In conclusione, i vini Terre Alfieri rappresentano un'eccellenza enologica del territorio piemontese, unendo tradizione e modernità per offrire esperienze sensoriali indimenticabili agli appassionati di vino di tutto il mondo.

I.P.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium