/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 05 marzo 2020, 20:27

Confermato a San Damiano d'Asti l'appuntamento con Dindo Capello

Sabato 7 marzo al Foro Boario alle 18.30. Le sedie saranno distanziate come da direttiva ministeriale

Confermato a San Damiano d'Asti l'appuntamento con Dindo Capello

A San Damiano l'amministrazione conferma, sabato 7 marzo alle 18.30 al Foro Boario l'appuntamento con "Aspettando la Barbera" e il San Damiano Rally Club che presenterà il Rally del Grappolo con ospite Dindo Capello, plurivincitore della 24 ore di Le Mans.

CHI È DINDO CAPELLO

Rinaldo"Dindo" Capello, astigiano, ha vinto tre volte la prestigiosa corsa di durata 24 Ore di Le Mans: nel 2003 su Bentley Speed 8, nel 2004 su Audi R8 Sport e nel 2008 su Audi R10. Inoltre è giunto 6 volte a podio: secondo nel 2001, 2002 e 2012 e terzo nel 2000, 2006 e 2009, sempre su Audi. Capello cominciò la sua carriera nel 1976 sui kart. Nel 1983 corre nel campionato Formula Fiat Abarth e successivamente nell'Italiano F.3. Vince il Campionato Italiano Turismo nel 1990 su Volkswagen Golf, una prestazione seguita nel 1996 dalla conquista del titolo Superturismo al volante della Audi A4.

Comincia la sua carriera di pilota di gare endurance nel 1997 con una vittoria alle 6 Ore di Vallelunga. Nel 1998 partecipa per la prima volta alla 24 Ore di Le Mans, pilotando una McLaren F1 GTR del Team GTC. Il suo palmarès annovera diverse vittorie nell'American Le Mans Series, campionato che vince nel 2006 su Audi R10. Con questa vettura è stato a lungo in testa nell'edizione della 24 Ore di Le Mans 2007, ma poi è stato costretto a ritirarsi per una clamorosa uscita di pista, causata dal distacco di una ruota mal avvitata. Nel 2008 ha vinto la 24 Ore di Le Mans, pilotando l'Audi R10. Nel 2009 ha vinto la 12 Ore di Sebring con la debuttante Audi R15; con la stessa vettura è poi arrivato terzo a Le Mans.

 

Come da direttive ministeriali saranno sistemate le sedie a un metro di distanza e, nei locali, saranno esposte misure cautelative di prevenzione.

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium